Per i troppo giovani, o gli allora distratti, il prossimo 31 agosto è un’occasione imperdibile.

A distanza di trenta anni, per celebrare la longevità della pellicola, nei cinema verrà proiettato il mitico “Scarface”.

Al Pacino, che a quel film è evidentemente molto legato dal momento che gli è valso un segno indelebile nella storia del cinema, non si è sottratto al gioco della memoria vestendosi esattamente come il suo personaggio Tony Montana, jeans neri, camicia nera sbottonata per lasciar vedere un catenone tamarrissimo per una festa a Los Angeles per l’uscita in blu ray del film di Brian De Palma.

All’età di 71 anni, Al Pacino sarà in Italia in occasione della Mostra del Cinema di Venezia come regista e attore.

Il suo terzo film dietro la macchina da presa “La Salomé di Oscar Wilde” è una delle sue ossessioni e il direttore Marco Mueller ha selezionato il suo terzo lavoro di regista tra gli eventi fuori concorso, che passerà il 4 settembre in Sala Grande, lo stesso giorno in cui il grande attore riceverà il premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker 2011.

Ad accompagnarlo la Salomé protagonista del film, il talento emergente Jessica Chastain, lanciata da Terrence Malick in The tree of life.

Il film mostra la vita privata di Al Pacino come mai era successo prima, offrendo un ritratto intimo e profondo dell’attore che da Serpico a Donnie Brasco, passando per Il Padrino e Heath la sfida, ha segnato il cinema americano soprattutto degli anni ’70.