Il Torino Film Festival, storica rassegna cinematografica 100% made in Torino, è alle porte.Questo weekend e per tutta la prossima settimana infatti il centro della bella città piemontese si animerà di luci, colori, pellicole, registi, prime e debutti, fino al momento della premiazione. Ho sempre vissuto il Festival da vicino e l’atmosfera che si respira è veramente magica: sarà per la città, che in inverno diventa bellissima, o per il fervore culturale che non può non colpire, ma il TFF, quest’anno diretto da Paolo Virzì, ha un che di coinvolgente, che piace sia agli appassionati di cinema, che agli addetti ai lavori, che agli amatori.

La novità di quest’anno, oltre ai “soliti” bellissimi film in gara (che include anche quello di PIF “La mafia uccide solo d’estate”) è l’arrivo in programmazione di alcune serie tv cult degli ultimi anni.

L’arrivo in una manifestazione cinematografica di una rassegna dedicata alle serie tv la dice lunga sul fatto che questi prodotti studiati per il piccolo schermo siano in realtà delle produzioni consistenti sia dal punto di vista di regia e fotografia, che da quello di sceneggiatura, recitazione e montaggio, come mi dicevano anche gli autori del libro Serial Writers in questa intervista.

In programma per il TFF31 e in particolare per la sezione dedicata che si chiama Big Bang TV, che prenderà il via oggi e durerà fino al prossimo 30 novembre, ci sono House of Cards con Kevin Spacey, Southcliffe e Top Of the Lake. La programmazione degli episodi cult di queste 3 serie tv è prevista all’interno della più ampia rassegna dedicata al cinema che, da sempre, include, oltre ai film in concorso, anche categorie dedicate agli emergenti.

Insomma, se per caso vi trovate in città, non potete perdervi l’atmosfera che il Torino Film Festival può regalarvi e che ruota tutta intorno a una cosa: la passione.