E con l’arrivo del venerdì, giunge il momento di ricordarvi i momenti migliori e peggiori di questa settimana!

Partiamo dai Top della Settimana.

In testa non può che esserci Michael Jackson che, con il suo ritorno postumo, ha fatto impazzire i fans di tutto il mondo che, come prevedibile, hanno fatto registrare un boom di vendite e visualizzazioni per i nuovi singoli pubblicati. Questi, “Love never felt so good” e “Chicago”, sono parte della tracklist di ‘Xscape’, disco in uscita il prossimo 13 maggio e prodotto da Timbaland.

Seconda posizione per Ligabue che, dopo aver registrato vari soldout per le date del suo ‘Mondovisione Tour Stadi 2014′, ha annunciato l’aggiunta di nuove date a settembre, il 6 a Trieste allo Stadio Nereo Rocco, il 9 allo Stadio Olimpico di Torino, il 13 allo Stadio Dall’Ara di Bologna e il 20 all’Arena della Vittoria di Bari.

Terza posizione va ad Alanis Morissette che fa un regalo a noi e alla candidata democratica Marianne Williamson pubblicando il singolo ‘Today’ in sostegno dell’attivista pacifista.

Passiamo ai Flop della Settimana.

In testa c’è lei, la regina dei Flop, Miley Cyrus che torna a far parlare di sé in occasione del live tenuto a Londra nei giorni scorsi. La cantante ha infatti chiesto al pubblico in sala di baciarsi con persone dello stesso sesso. L’idea di Miley sarebbe stata quella di parlare di libertà di espressione… Però, se tutto ciò che Re Mida toccava diventava oro, tutto ciò in cui Miley compare diventa trash, e così è stato anche questa volta.

Seconda posizione per Courtney Love che è tornata con il video del suo nuovo singolo ‘You know my name’ nel quale, per quanto cerchi di mostrarsi sexy e rock, in realtà appare una donna di mezza età, piena di botulino oltre il limite dell’imbarazzante.

Altre donna poco sobria (nel comportamento) è decisamente Emma Marrone, impegnata in questi giorni a (mal) rappresentare l’Italia in occasione dell’Eurovision Song Contest 2014. Criticata da molti per la voce poco convincente durante le prove e per la poca eleganza nei movimenti sul palco (decisamente l’opposto rispetto a Mengoni l’anno scorso), Emma non sembra decisa a mollare, ma semmai sicura del suo percorso. Vedremo se riuscirà nel suo intento: vincere il contest europeo.