Tomb Raider potrebbe a breve tornare sugli schermi cinematografici di tutto il mondo perché l’attrice Daisy Ridley ha confermato di essere in trattativa per il ruolo che fu di Aneglina Jolie, ossia quello di Lara Croft. Daisy Ridley è nota ai più perché ha recitato nell’ultimo Star Wars, Il Risveglio della Forza e a quanto pare potrebbe essere proprio lei ad impersonare la leggendaria eroina della saga di Tomb Raider.

A convincere i produttori del film ad ingaggiarla sarebbe stata propria la sua interpretazione in Star Wars, dove ha vestito i panni di Rey. L’attrice britannica, ventitré anni, dovrebbe dunque interpretare Lara Croft nel reboot di Tomb Raider e anche se l’accordo sembra ancora essere lontano dall’esser preso, pare che manchi davvero poco all’ufficialità.

Daisy Ridley avrebbe dichiarato di essere entusiasta di interpretare il ruolo della famosa archeologa inglese e che starebbe aspettando finalmente la chiamata definitiva.

Il reboot di Tomb Raider dovrebbe essere incentrato sul racconto delle origini di Lara Croft e mostrare un’eroina dal volto assai più umano di quella fredda e altera – anche se molto sexy e avventurosa – che eravamo abituati a conoscere. Il film sarebbe dunque il terzo della saga tratta dal videogioco di Tomb Raider e dovrebbe appunto raccontare la gioventù e gli anni dell’inesperienza della Croft.

Per il regista di origine norvegese della pellicola, Roar Uthaugh, lo scopo del film è quello di rappresentare una Lara Croft che possa essere percepita in modo più vicino dalle persone e che sia molto più umana di quanto non lo sia stata fino a questo momento.