A fine giugno l’annuncio, da parte di Katie Holmes, della richiesta di separazione dal marito Tom Cruise.

La notizia non ha fatto molto scalpore, già da tempo di vociferava circa una profonda crisi del matrimonio tra i due che, in fin dei conti, non ha mai convinto fin dall’inizio.

I due si erano sposati nel 2006 con una sfarzosissima cerimonia in un castello vicino Roma e, dopo poco tempo, è nata anche la loro figlia Suri. Appena dopo la richiesta di separazione la Holmes si è trasferita in fretta e furia a New York.

Secondo le indiscrezioni di quei giorni la decisione sarebbe stata presa per proteggere la figlia. Infatti New York sembra essere l’unico posto in cui la Holmes potrebbe chiedere, ed ottenere, l’affidamento esclusivo della piccola e evitare il pericolo che possa cadere nelle mani di Scientology, la setta di cui il marito Tom Cruise è adepto da diversi anni.

Le premesse non sembravano certo le migliori. Ma, a quanto ha detto Jonathan Wolfe, l’avvocato dell’attrice alla CNN, sembra che i due abbiano raggiunto un accordo sui termini della loro separazione. Stando alle parole dell’avvocato Suri dovrebbe comunque essere affidata alla madre, ma non in via esclusiva, e i due ex coniugi si stanno impegnando per fare in modo che sia fatto il bene della bambina.

Le famose auto di lusso resteranno invece in ogni caso a Tom Cruise.