Già nel 2013 Tom Hanks aveva dichiarato nel salotto del “David Letterman Show”  di soffrire di diabete di secondo tipo, la tipologia più comune della malattia che è associata spesso all’obesità e può provocare cecità, insufficienza renale, aumento del rischio di malattie cardiovascolari e, nel peggiore dei casi, l’amputazione degli arti inferiori.

In un’intervista di qualche giorno fa a “Radio Times” l’attore americano è ritornato sul discorso ammettendo che potrebbe essersi ammalato a causa dei continui e repentini cambi di peso a cui si è dovuto sottoporre per assumere le sembianze dei diversi personaggi interpretati nel corso della sua carriera. Nonostante ciò, Hanks però è consapevole di essere stato in primis responsabile dello scatenarsi del diabete, incentivato inevitabilmente dalla dieta poco salutare che ha sempre seguito:

“Sono stato un idiota totale. Se ho il diabete sono solo io il responsabile. Sarà anche colpa dei film, ma soprattutto dipende dalla mia dieta poco sana. Faccio parte della generazione degli americani pigri che per anni partecipano a feste, mangiando in modo sregolato e che ora si ritrovano con una malattia. Pensavo potesse bastare eliminare i cheeseburger dalla dieta, ma ci vuole qualcosa di più…”.

Un mea culpa molto sentito da parte dell’attore che, quindi, si è fatto carico delle sue responsabilità in modo chiaro e trasparente e che, adesso, ha tutta l’intenzione di mettersi in riga. Seguendo le indicazioni del medico la star hollywoodiana punta, quindi,  a riconquistare il peso forma, fattore indispensabile per combattere la malattia.