Una delle coppie storiche di Hollywood, e di sicuro una della più eccentriche, ha smesso di essere tale: Tim Burton e Helena Bonham Carter si sono lasciati.

56 anni lui, 48 anni lei, il duo del cinema dark non aveva mai voluto sposarsi, nonostante avessero avuto due figli, Billy e Nell, di 11 e 7 anni.

Secondo un comunicato stampa della Carter la separazione è avvenuta in modo amichevole, all’inizio dell’anno, ma i due hanno continuato a mantenere ottimi rapporti e a essere co-genitori per i loro figli.

Burton e la Carter erano famosi anche per il modo piuttosto inusuale con cui portavano avanti la loro relazione: i due infatti vivevano in due case adiacenti, e non avevano mai preso in considerazione la co-abitazione, in quanto la soluzione la loro adottata era stata descritta da entrambi come “ideale”.

Il regista americano aveva conosciuto l’attrice inglese sul set del film Il pianeta delle scimmie, nel 2001, e aveva continuato a collaborare nella maggior parte dei progetti successivi del cineasta. La Carter era poi comparsa in Big Fish, Sweeney Todd, Alice in Wonderland (e nel prossimo seguito) Dark Shadows, Charlie e la fabbrica di cioccolato, più la prestazioni vocale in La sposa fantasma.

A quanto pare per l’autore di Beettlejuice sentimenti e lavoro sono sempre stati inscindibili, dato che la precedente relazione con Lisa Marie Smith, nata nel 1993 e arrivata dopo il divorzio dell’artista tedesca Lena Gieseke), si era concretizzata in una serie di ruoli in Ed Wood, Mars Attacks!, Sleepy Hollow e infine il famigerato set de Il pianeta delle scimmie.

Nel 2012 la collaborazione di Burton con la Carter era stata premiata con la fellowship del British Film Institute, la più alta onoreficenza. L’attrice si era detta soddisfatta del premio in comune, affermando che così non ci sarebbe stata nessuna gelosia.

Foto by Infophoto