Cliff Curtis si aggiunge al cast dello spin-off della serie zombesca The Walking Dead.

Dopo la conferma di Frank Dillane e Alycia Debnam-Carey nei panni di Nick e Ashley Tompkins, i figli di una delle protagoniste principali, Nancy Tompkins, l’attore neozelandese è il terzo ad essere stato confermato per un ruolo nella nuova serie della AMC, vestendo i panni del personaggio principale.

Curtis dovrebbe quindi interpretare Sean Cabrera, un insegnante latino-americano divorziato, sulla cinquantina, definito come una persona buona e che, nel nuovo scenario post-apocalittico, cercherà di proteggere non solo se stesso ma anche il figlio adolescente di nome Cody. La serie non avrebbe ancora un nome ufficiale, se bene circoli in rete con il nome di “Cobalt”, tanto meno una data d’uscita fissata; tuttavia ciò che è certo è che sarà come sempre nelle mani di Kirkman e Dave Erickson, con Adam Davidson alla regia.

Curtis ha cominciato la sua carriera nel mondo del cinema nel 1993 in “Lezioni di piano” di Jane Campion (nei panni di Mana), seguita poi da film di successo come “Three Kings” nel ruolo di Amir Abdulah (1999), “Blow” (2001) nei panni di Pablo Escobar, “Danni collaterali” (2002) nel ruolo di Claudio Perrini e ancora “Push” (2009) nei panni di Hook Waters e “Colombiana” (2011) nei panni di Emilio Restrepo. Oltre alla carriera musicale, Curtis ha anche qualche esperienza nel mondo del piccolo schermo, con una comparsa in “Hercules nell’inferno degli dei” (1994) dove ha interpretato il centauro Nessus, seguito poi dalla serie d’azione “Trauma” (2009-2010) dove ha interpretato il protagonista Reuben “Rabbit” Palchuk e per finire dieci episodi di “Missing” (2012) nei panni di Dax Miller.

(photocredit: Wikipedia)