L’attesa sta per finire e a confermarlo è stata la conferenza stampa che ha avuto luogo questa mattina nello studio 2000 in via Mecenate a Milano a cui noi di Leonardo.it abbiamo partecipato: The Voice of Italy è tornato. Le prime indiscrezioni sulla seconda edizione del programma erano ormai diventate realtà: cambio di conduzione con Fabio Troiano che ha lasciato il timone a Federico Russo (LEGGI QUI LA NOTIZIA) e la new entry della stagione, un J-Ax più in forma che mai che prende il posto di Riccardo Cocciante tra i coach della trasmissione (NE AVEVAMO GIA’ PARLATO QUI).

La conferenza stampa è stato un momento di informazione ma anche di divertimento in cui Roberto Serafini, del centro di produzione Rai, apre le danze ricordando alcuni dati fondamentali per The Voice: uno studio con 2000 mq di platea, 14 telecamere pronte a inquadrare ogni momento dello show e 4 “allenatori” d’eccezione. Il direttore di Rai 2 sottolinea la grande importanza del programma che proprio ieri ha ottenuto il Premio Tv, ricordando gli ascolti record della prima edizione del programma.

La parola passa a Valentina Correani e a Federico Russo, rispettivamente dj e presentatore della seconda stagione. Una delle grandi novità dell’anno riguarda le piattaforme che vedranno la presenza di The Voice: tv, radio, web e social saranno tutti i canali tramite i quali si potrà seguire la trasmissione, con contenuti inediti e originali che verranno trasmessi live via web proprio durante la diretta televisiva.

Finalmente è il turno dei coach che salutano e si presentano nelle vesti di allenatori di squadre di cantanti già formate. Infatti le 5 puntate delle “Blind audition” che vedremo in onda su Rai 2 a partire da mercoledì 12 marzo sono già state registrate e verranno seguite da due puntate di “Battle“, all’interno delle quali vedremo esibirsi coppie di concorrenti sullo stesso brano. Altra grande novità dell’anno è lo “Steal“, che darà la possibilità a uno dei coach di recuperare un cantante eliminato e inserirlo nella propria squadra. A seguire “Knockout“, puntate dedicate agli inediti dei concorrenti, e “Live show“, per un totale complessivo di 14 appuntamenti in prima serata.

Noemi, reduce dal successo di Sanremo, si presenta dicendosi ”molto contenta di far parte di questa edizione, la prima è stata di rodaggio e questa volta abbiamo tutte le carte per giocare sul serio. Una volta che uno conosce le regole del gioco è anche più divertente e rilassante farne parte”. Per quanto riguarda l’entrata in scena di J-Ax, la cantante e coach dichiara di essere “felice che J-Ax faccia parte del team perché il suo genere di musica sono una realtà che sta diventando molto importante nel nostro paese”. Il rapper, infatti, coglie la palla al balzo sottolineando di aver deciso di partecipare a The Voice proprio “perché si sono accorti dell’importanza del rap”. Ma J-Ax non è solo il cantante hip-hop dal lato aggressivo, infatti Raffella Carrà rivela che durante le Blind Audition “J-Ax è stato formidabile, emozionandosi fino alle lacrime”. J-Ax, insomma, darà del filo da torcere non solo alle due donne, ma anche al rocker Piero Pelù, che questa mattina ha dichiarato: “Il bello di questo gioco è che è imprevedibile. Ritengo che sia un programma musicale, meno che mai un reality e nemmeno un talent. Quello che a noi interessa è che venga promossa la musica e le voci, che si possa parlare in televisione di rap e di rock. In modo da riuscire a dare spazio anche a questi due generi che non riescono a trovare tanto spazio nella televisione ufficiale”.

LEGGI ANCHE:

The Voice of Italy 2: intervento di Piero Pelù alla conferenza stampa, guarda il video

The Voice of Italy 2: intervento di Raffaella Carrà alla conferenza stampa, guarda il video

The Voice of Italy 2: intervento di Noemi alla conferenza stampa, guarda il video

The Voice of Italy 2: intervento di J-Ax alla conferenza stampa, guarda il video

The Voice of Italy 2: l’intervento di Federico Russo e Valentina Correani alla conferenza stampa