Giungono al termine le audizioni al buio del nuovo talent di Rai 2 The voice Italia, questa sera i coach dovranno scegliere gli ultimi concorrenti per completare le loro rispettive squadre. In totale dovranno essere 64, e ne mancano ancora 16 all’appello.

Tutti sono stati scelti nelle precedenti puntate delle audizioni al buio di The voice Italia che nasce da un format che ha successo in tutto il mondo. Realizzato da Rai 2 in collaborazione con Toro Produzioni, c’è soprattutto da sottolineare il successo del programma che vede la sua parte più importante nella scelta dei concorrenti senza conoscerne nulla, conta solo la voce per essere scelti.

Questa sera i coach dovranno comporre le loro squadre, a Riccardo Cocciante, che sembra faticare più di tutti, mancano ancora 6 concorrenti, quattro a Raffaella Carrà e tre a testa per Noemi e Piero Pelù.

Dalla prossima settimana partirà la fase chiama ‘Battle’, i cantanti dovranno sfidarsi in duetti, ogni coach sceglierà due concorrenti della propria squadra che si esibirano sullo stesso pezzo. Dovrà poi scegliere quale dei due salvare per poter passare alla fase successiva di The voice Italia. Solo la metà arriverà alle sei puntate finali che saranno in diretta. Se chiamati in causa, gli altri coach potranno esprimere la loro opinione.

Anche stasera The voice Italia dovrà affrontare la concorrenza piuttosto forte con la fiction di Rai 1, Che Dio ci aiuti 2, Servizio Pubblico e la prima tv di Canale 5 di ‘Immaturi’, oltre alle partite di Serie B. C’è da temere ma, considerando il successo delle precedenti puntate, si può ben sperare.

Eccoci, la puntata inizia con la solita anteprima, vengono presentati i cantanti che sono passati fino ad oggi per ogni coach.

La prima ad esibirsi è Nausicaa Magarini, che arriva dalla provincia di Milano, non si reputa una gran bellezza, qualche chilo di troppo, sostiene, ma è molto carina. La musica è la sua vita e canta ‘Don’t you remember’. Cocciante aspetta solo qualche secondo per pigiare il bottone. Una bella voce calda che piace alla Carrà ed agli altri giudici. Noemi dice di non poter rinunciare alla sua voce nonostante in squadra abbia molte donne. Lusigata per i complimenti di tutti ma sceglie Noemi perchè la sua musica la fa impazzire.

Arriva dalla Puglia Marianna Bannacane, 21 anni, i suoi genitori sono musicisti e lei è ben decisa di tornare a casa da vincitrice. Canta ‘Un’ora sola ti vorrei’, la sensazione che non piaccia è forte, più che altro una voce da karaoke, anche se la Carrà continua a ripetere che le piace. Alla fine ‘struca el buton’, ma è solo lei a volerla. Scelta forzata, dunque.

Sa cosa significa avere successo e perderlo, annuncia Troiano, si tratta di Danny Losito, 47 anni con alle spalle anni sfolgoranti. Canta ‘Master Blaster’ ed ha paura che non si giri nessuno. Non è così, pigiano tutti tranne Noemi. Un Marley moderno per Pelù, per la Carrà ha una notevole presenza scenica. Sceglie Piero Pelù perchè si era ripromesso che avrebbe scelto il primo che si fosse girato.

Non si vede nulla solo un paio di stivaletti neri con borchie, ma i giudici non sembrano convinti da quella voce troppo uguale a quella di Arisa. Nessuno si gira nessuno per Mariù che stona molto. Torna a casa molto delusa. Ai coach non piacciono le imitazioni è risaputo, loro cercano ‘la voce’.

Dopo la pubblicità si ricomincia con Elhaida Dani che fa la cantante professionista. Di origini albanesi, a sopresa trova la sua famiglia ad accoglierla. Una bellissima ragazza, decisamente rock e brava. Canta ‘Mama knows best’, pigiano tutti. Lei si commuove e deve scegliere. Ha solo 19 anni ed il complimento di tutti è ‘fantastica’. Pelù cerca di conquistarla, li adora tutti, dice, però sceglie Riccardo Cocciante, colui che ha parlato meno. I coach vanno tutti ad abbracciarla.

Gabriella Martinelli, rossa, riccioluta, graziosa, 26 anni, pugliese ed ama la musica elettronica. Ha già una sua band con la quale si esibisce. Stranamente canta un brano rigorosamente classico della musica italiana, ‘Se stasera sono qui’, versione molto personalizzata che colpisce subito Noemi e la Carrà. Piccolina e con una voce potente, aggiunge Raffaella. Fra le promesse di farla sbocciare come un fiore in un prato di primavera, la cantautrice sceglie, seguendo il cuore, Noemi. Ennesima femminuccia!

Pamela Lacerenza, anche lei di origini pugliesi ma vive a Tivoli. Rossa, truccatissima, anche lei partecipa a The voice Italia per dimostrare che vale qualcosa. Pigia subito Raffaella, a qualche secondo di distanza arriva Pelù. Bella e brava, una buona presenza scenica per la Liza Minnelli italiana. Il pubblico suggerisce il rocker ma lei preferisce Raffaella Carrà facendo il verso della sua mitica risata.

Ancora una esibizione segreta a The voice Italia, La voce maschile canta ‘Con te partirò’, Pelù finge di avere un momento di sconforto. Noemi è tentata da quella voce tenorile ma non pigia e non lo fa nessuno, nonostante la bella voce molto simile a quella di Bocelli. Così Domenico torna a casa.

Questa volta ce la fanno vedere, arriva dalla provincia di Napoli, una bella ragazza che si chiama Mariateresa Amato. Subito pigia Pelù seguito a breve da Cocciante e Raffaella. Ancora una volta Piero punta sull’essere arrivato per primo rispetto ai colleghi. Cocciante promette di aggiungere un pizzico di anima al suo saper cantare, la ragazza sceglie Riccardo Cocciante perchè canta da sempre le sue canzoni.

Tommaso Gavazzi studia al Conservatorio di Roma, sogna di studiare medicina, ama molto la sua famiglia, in particolare sua sorella. Canta ‘Time is running out’, pigiano Cocciante e Pelù. Entrambi sottolineano che non è stato preciso che ha un bel potenziale. Dopo una lunga spiegazione, ricorda di aver aperto un concert di Piero Pelù a Milano, per questo sceglie lui.

Cantautore di Napoli e consapevole che non sempre si può vivere di sola musica, Luigi Sica non ha mai conosciuto suo padre che è mancato prima che lui mascesse. Non si gira nessuno e deve rinunciare al sogno di The voice Italia.

Si riprende dopo la pubblicità con Donato Perrone, nasce a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, ancora un pugliese. Suona la chitarra ed è probabile che piaccia a Cocciante che ritiene un artista completo se suona uno strumento. ‘Rocket man’ è il brano scelto, arriva per primo Cocciante seguito dalla Carrà e Noemi che punta ancora una volta sull’età. Non manca neanche Pelù che sfodera tutte le sue armi per conquistarlo. Ma che carino questo ragazzo. Decisamente in rimonta, Riccardo Cocciante vince ancora una volta, ed è molto invidiato dai colleghi.

Andrea Cosentino, grafico pubblicitario al momento disoccupato, arriva dalla provincia di Potenza, catechista, ama vivere giorno per giorno. Canta ‘Unchain my heart’. A guardare l’abbigliamento molto classico non si direbbe, ma è molto sprint la sua voce soul. L’apparenza a volte inganna, ma non si gira nessuno. Troppo anonimo in effetti, i coach lo rimandano al suo oratorio.

Valentina Tramacere ha cominciato a studiare musica a 16 anni. Occhiali da intellettuale, elegante con una voce potente e molto particolare. Pigia Raffaella, anche se all’ultimo momento, arrivano anche Pelù e Noemi. Combattuta ma sceglie Piero Pelù.

La squadra di Piero Pelù è completa, è il primo coach con il team al completo e promette di essere un ottimo allenatore per i suoi ragazzi.

Poliziotta di professione come suo padre, Teresa Capuano è nata a Catania ma vive a Roma. Canta ‘Mentre tutto scorre’ dei Negramaro, accompagnata dalla sua chitarra. Pigia solo Noemi.

Anche lei, quindi, chiude il suo team quasi tutto al femminile per lei, infatti, ci sono solo tre voci maschili. A questo punto i posti sono veramente pochi e mancano solo Raffaella Carrà e Riccardo Cocciante.

Crede molto nella sua voce, vive fra Los Angeles e Las Vegas, Francesca Bellena è sposata da dieci anni, arriva direttamente dall’oltreoceano per partecipare a The voice Italia. Ha già lavorato per Cocciante e spera di essere riconosciuta dal ‘maestro’. Sullo stile di Tina Turner, piace a Riccardo Cocciante quel ‘The best’ che canta e quando si gira la riconosce. Trova la sua voce molto maturata rispetto a qualche anno fa e così lo sceglie.

L’ennesima esibizione misteriosa, la voce si cimenta con Battisti ‘Il tempo di morire’.Una voce importante con qualche imprecisione, arriva da Favara in provincia di Agrigento, ha vent’anni e si chiama ed è oversize. Andrà nella squadra di Raffaella Carrà e si chiama Paola Licata. Riuscirà a trasformarla in un animale da palcoscenico?

Ancora una napoletano, Antonio Guido, mah! Non lo vuole nessuno.

Alessio Ranno, 21 anni, fa già serate ed è molto appoggiato dalla sua famiglia. Partecipare a The voice Italia significa far conoscere la sua voce, siega. Canta ‘Cambiare’ di Giorgia, voce graffiante che convince Riccardo Cocciante che promette un repertorio con il quale cambierà il suo repertorio.

Solo due posti a disposizione, uno per Raffaella, l’altro per Cocciante. Arriva dalla provincia di Bergamo Matteo Lotti, lavorava con i fratelli che ha lasciato per inseguire il sogno di diventare cantante. Lo scelgono entrambi i coach, forse presi dall’ansia di completare il team. Ma quanto è tatuato? Ed è completa anche la squadra di Raffaella Carrà.

Ed ecco una carrellata di cantanti che si sono esibiti per guadagnare l’unico posto rimasto nel team di Riccardo Cocciante. Una misteriosa voce femminile canta ‘I dubbi dell’amore’, si chiama Gabriella Iandolo ma, a dire la verità, non sembra che lui sia molto entusiasta. Anche per lei promette grandi cambiamenti.

La puntata è finita, la settimana prossima si parte con la fase Battle che prevede esibizioni più difficili ed impegnative a The voice Italia.