Fotografo che è divenuto celebre grazie all’osservazione dall’interno di una comunità di tossicodipendenti (risalente agli anni ’70), Larry Clark è poi divenuto un celebre regista con una serie di pellicole che hanno riadattato su grande schermo l’attenzione – da alcuni definita morbosa – per la maturazione sessuale degli adolescenti.

Titoli come Ken Park, Bully, Kids, nonché Marfa Girl (premiato con il Marc’Aurelio d’oro al Festival Internazionale del Film di Roma del 2012) non hanno mai mancato di causare polemiche, e lo stesso preannuncia anche l’ultimo lavoro di Clark, The Smell of Us.

Il film verrà presentato al prossimo Festival di Venezia durante le Giornate degli Autori, domenica 31 agosto, e, usando le parole del regista stesso, rappresenterà “il ritratto di un gruppo di skateboardr autodistruttivi a Parigi”.

Con un cast di attori protagonisti poco più che debuttanti o non professionisti, la pellicola è incentrata su una comunità di ragazzi che si incontrano per pattinare, scherzare, giocare e fare le prime esperienze sessuali. Tra noia, problemi famigliari, e le promesse di denaro facile, la loro storia si trasformerà in tragedia.

Photo credit: Sébastien Bossi