Serena Dandini ha raccontato pubblicamente che la maniera utilizzata dai responsabili della Rai per bocciare il nuovo progetto dell’autrice è stato quantomeno infimo, visto che la stessa autrice ha «dovuto stanarli per fargli dire che non c’era alcun interesse nel produrre una nuova trasmissione».

A proposito di questa modo di agire da parte della Rai, la Dandini ha aggiunto che la rabbia provata nel constatare un atteggiamento simile, è stata dovuta principalmente al fatto che la maggior parte della squadra, anche tecnica, che da sempre ha collaborato alla lavorazione del programma annuale, in questo modo si è trovata in una difficile posizione economica.

Se la stessa autrice e conduttrice, infatti, ammette di poter reagire ad un anno di disoccupazione, molti degli altri lavoratori non se lo possono permettere, perciò sarebbe stato più corretto avvertirli in tempo, ed ora, per questo motivo, alcuni sono stati inseriti tra il pubblico di “The show must go off”, che dal prossimo 14 gennaio andrà in onda su La7.

Ma l’energia dimostrata da Serena Dandini per il lancio di questo nuovo progetto fa presagire un certo ottimismo sul piano creativo, soffocato da una emittente politicizzata come la Rai.

Il varietà televisivo, programmato in prima serata il sabato e nella fascia precedente nella giornata di domenica, ospiterà da Corrado Guzzanti a Lillo & Greg ma anche Neri Marcorè e “Zorro”, nella consueta cornice realizzata con la partecipazione di Dario Vergassola e di Elio.