Arriverà il prossimo 8 ottobre, nelle sale cinematografiche italiane, The Program, il nuovo attesissimo film del regista inglese candidato Oscar Stephen Frears. Dopo averci regalato ritratti eccellenti di personaggi realmente esistiti (come in Muhammad Ali’s Greatest Fight e The Queen) e dopo aver prodotto autentici gioielli della cinematografia, come Le relazioni pericolose, Alta fedeltà, Piccoli affari sporchi e Lady Henderson presenta, Stephen Frears ritorna sul grande schermo per raccontare una vicenda che ha scosso il mondo del ciclismo e tutti i suoi appassionati: quella del corridore americano Lance Armstrong.

Scritto da John Hedge, che si è basato sul libro del giornalista David Walsh “Seven Deadly Sins: My Pursuit of Lance Armstrong“, Stephen Frears torna dunque a raccontare una vicenda reale, mettendo al centro del suo cinema una persona vera: Lance Armstrong e il suo impiego del doping per riuscire a vincere le gare e le competizioni.

Protagonisti di The Program saranno gli attori Ben Foster (straordinario Lance Armstrong, anche nella somiglianza fisica), Chris O’Dowd, Dustin Hoffman, Lee Pace, Guillaume Canet e Jesse Plemons. La pellicola è stata prodotta dalla Working Title Film, è stata presentata all’ultimo Toronto Film Festival di quest’anno e arriverà ad ottobre in tutti i cinema, in Italia con Videa.

Il film di Frears è stato costruito come un avvincente thriller, in cui il regista ha raccontato come quello che era considerato da tutti come un campione invincibile e inarrivabile fosse in realtà un grande truffatore. Dopo aver vinto la sua personale battaglia contro il cancro ai testicoli, Armstrong tornò a correre in bici (vincendo addirittura sette Tour De France, tutti titoli che sono poi stati revocati) ma le sue imprese erano tutte aiutate dal doping, utilizzato a causa della sua controversa ossessione per la vittoria. Ed è proprio quest’ultimo punto che Frears ha voluto mettere in evidenza in The Program.

Nel video qui sotto potete vedere una featurette del film: