The Artist, film muto e in bianco e nero, ha battuto tutti gli altri film in concorso lo scorso 26 febbraio durante la cerimonia di premiazione degli Oscar, portando a casa le cinque statuette più importanti.

I riconoscimenti sono andati a Thomas Langmann per il Miglior film, al regista Michel Hazanavicius, a Jean Dujardin, come Miglior Attore Protagonista, a Mark Bridges per i Costumi e a Ludovic Bource per la colonna sonora.

Ma i cinque Oscar sono solo la conclusione di una ricca serie di premi che “The Artist”, pellicola che celebra il cinema degli anni ’20, prima dell’avvento del sonoro, ha ricevuto dopo essere stato presentato.

Sei le nominations ai Golden Globe che hanno portato alla vittoria in tre categorie: Miglior film Musicale, Miglior Attore in un film musicale e Miglior Regista.

Incetta di nominations e premi ai Bafta: Miglior Film, Miglior Regista, Miglior Attore Protagonista, Miglior Sceneggiatura Originale, Miglior Fotografia, Migliori Costumi e Miglior Colonna Sonora.

Piccola delusione al Premio César: ci si aspettava che in patria Jean DuJardin fosse riconosciuto come Miglior Attore, ma è stato uno dei pochi premi che non ha ricevuto durante la manifestazione, che ha comunque premiato il film nelle categorie di Film, Regia, Attrice Protagonista, Fotografia, Scenografia e colonna sonora.

Altri quattro riconoscimenti agli Indipendent Spirit Awards: Film, Regia, Attore Protagonista, Fotografia e Sceneggiatura.

Altri concorsi cinematografici in cui ha vinto uno o più premi:

Screen Actors Guild Award
Central Ohio Film Critics Associatiom Award
Critics’ Choice Movie Award
Premio Lumière
Premio GoyaChicago Film Critics Association Award
London Critics Circle Film Award
Directors Guild of America Award
Producers Guild of America Award
Festival di San Sebastián
Eddie Award
American Society of Cinematographers Award
AFI Award
Golden Collar Awards