Mentre è quasi tutto pronto per l’avvio del festival del cinema di Siena ecco una notizia bomba che collabora a rendere ancora più unico l’appuntamento toscano.

A fare da testimonial della manifestazione ci sarà Susan Sarandon, premio Oscar per il film Dead man walking.

L’attrice americana è stata convocata in occasione della proiezione della copia restaurata  del film che l’ha resa icona di un certo tipo dell’universo femminile: “Thelma&Louise“, pellicola di Ridley Scott.

Aprirà il festival il docu-film fuori concorso che parla di Aroldo Tieri e Giuliana Lojodice, intitolato “Buonasera Aroldo, Buonasera Giuliana” girato da Anna Testa.

Il festival si pone come obiettivo quello di premiare le prime vision di registi italiani e stranieri che trattino temi di interesse socio-culturale.

La giuria è composta  esclusivamente dagli studenti dell’Università, che dopo aver visionato tutte le opere decreterà il successo della migliore di queste e le attribuirà il “Sanese d’oro”.

Gli altri premi previsti durante la rassegna sono il premio M-Feel, intitolato a Gregorio Napoli, per il film più votato dalla critica e l’Award del pubblico che spetterà invece alla pellicola più votata dagli spettatori in sala.

L’importanza di questa rassegna è data dalla peculiarità di trattare soprattutto il cinema indipendente che in altri contesto non trova molto spazio.

Durante il Festival inoltre i giovani studenti avranno l’occasione di incontrare registi e attori dei film cui potranno porre domande e conoscere così i processi che portano alla scelta di alcuni testi cinematografici.