A 86 anni ci ha lasciato il mitico Bud Spencer, protagonista di decine e decine di film, 17 dei quali in coppia con l’immancabile Terence Hill. Impossibile dimenticare i simpatici western a suon di scazzottate come “Dio perdona… io no!” e “I quattro dell’Ave Maria”, o ancora le commedie esotiche “Più forte ragazzi” e “Io sto con gli ippopotami”.

Oltre al sodalizio professionale il gigante napoletano e il più giovane napoletano, nella realtà Carlo Pedersoli e Mario Girotti, erano legati da un’amicizia fortissima, ormai in piedi da cinquant’anni. Proprio qualche tempo fa Hill aveva ricordato la nascita di quel rapporto così forte da non essere scalfito dal passare del tempo:

“Dovevo essere in coppia con un altro attore che la sera prima di girare si è fatto male e così è stato chiamato lui. Il destino. Siamo l’unica coppia a non aver mai litigato. E proprio perché non c’era invidia siamo diventati amici. A differenza mia, aveva studiato per recitare. Io non ho fatto scuole né accademie. Ma alla fine anche una scimmia impara a recitare”.

Adesso il suo amico di sempre non c’è più e, sconvolto da una perdita così grande, l’attore veneziano tornato in auge grazie alla serie “Don Matteo” ha voluto dedicargli poche ma intense parole affidate ad una dichiarazione per il “Corriere della Sera”: ”

Ho perso il mio amico più caro, sono sconvolto“.