Esce nelle sale italiane l’8 agosto il film “Ted”, il cui protagonista è un orsacchiotto diventato reale per volontà del suo proprietario.

Il film è diretto da Seth MacFarlane, autore de “I Griffin”.

Il protagonista della pellicola è John (interpretato da Marc Wahlberg), trentenne di Boston che ha qualche difficoltà ad accettare di essere diventato adulto. Quando aveva sei anni John aveva espresso il desiderio che il suo orsacchiotto di pezza, suo compagno di giochi, divenisse reale e così è stato e, nonostante gli anni passati, in due condividono ancora tutto.

Ma Ted, l’orsacchiotto, non è una tenera creatura, ma un donnaiolo fumatore di marijuana che non vuole che John diventi finalmente grande e che abbia una relazione stabile con Lori (Mila Kunis) la ragazza di cui è innamorato.

“Ted” è un film divertente e irriverente e, fin dalle prime battute, è chiara e manifesta la regia di MacFarlane, che riesca a dare al film lo stesso ritmo che si tanto apprezziamo de “I Griffin”. Battute al vetriolo e nulla che possa essere inserito nel politicamente corretto, ma, purtroppo, si sente il passaggio al grande schermo.

Pur essendo un film ben riuscito la lunga distanza sembra aver pesato al regista che nel finale ha meno verve.