Davvero particolare il casting per il nuovo progetto cinematografico di Quentin Tarantino. Il grande regista di Pulp Fiction, Kill Bill e del recente The Hateful Eight si è rivelato il protagonista, suo malgrado, di un annuncio su Facebook per ingaggiare delle… prostitute.

Sulla pagina Facebook di un’agenzia di Los Angeles negli scorsi giorni è comparso un post, poi rimosso, che recitava: “Casting Whores for Quentin Tarantino project”, ovvero “Cercasi prostitute per progetto di Quentin Tarantino”.

L’annuncio dedicato al nuovo misterioso progetto cinematografico di Tarantino proseguiva specificando le caratteristiche fisiche che le “prostitute” dovrebbero avere per fare il casting: “Caucasian, non-union females, ages 18–35. Western film shoots June 21st-25th in Los Angeles. No highlights, natural eyebrows, natural breasts, natural hair color to be true to the period. Dress sizes 2–8. Please send photo, including sizes”. Si specificava quindi che sarebbero dovute essere di origine caucasica, tra i 18 e i 35 anni, con seno, ma anche ciglia e colore dei capelli naturali.

Le riprese della pellicola, almeno per le sequenze con le “prostitute”, sono previste tra il 21 e il 25 giugno. Secondo le indiscrezioni fornite dal sito Indiewire, però, Quentin Tarantino non figurerebbe come regista, bensì solo come produttore del film.

Sembra che la regia della misteriosa pellicola sarà affidata a una donna, ma questo non è bastato a placare le polemiche che sono subito sorte intorno all’annuncio. Alcuni siti e movimenti femministi hanno accusato di sessismo un annuncio del genere e, dopo le proteste, il post è stato cancellato dal web. Quentin Tarantino ha preferito non alimentare ulteriori polemiche e non ha commentato, non ancora almeno, l’episodio.