Oggi, 28 settembre, Brigitte Bardot, ex icona sexy del cinema francese e fervente animalista, spegne 81 candeline. Anche se l’esordio sul grande schermo risale al 1952, con “Le Trou Normand” di Jean Boyer, “I denti lunghi” di Daniel Gelin e “Manina, ragazza senza veli” di Willy Rozier, il mito di B.B., bella e ribelle, nasce nel 1956, con il film scandalo di Roger Vadim “E Dio creò la donna”.

Figlia di una famiglia parigina borghese e cattolica, la Bardot è stata il simbolo del cambiamento di un’epoca, di quelle libertà individuali (sessuale e di genere) che seguono l’uscita dalla crisi della guerra. Insieme a Marilyn Monroe diventa icona della sessualità femminile degli anni cinquanta e sessanta. I suoi primi film, così come le apparizioni a Cannes e in numerosi album fotografici, contribuiscono alla diffusione del bikini. Grazie al suo stile inconfondibile, B.B. diviene musa di grandi artisti, tra cui Andy Warhol e il fotografo Richard Avedon, dettando mode e tendenze, tanto da piegare alla sua eleganza anche l’etichetta delle istituzioni: nel 1967 è la sola donna ad essere ricevuta in pantaloni dal generale Charles-de-Gaulle.

A partire dal 1962 la Bardot inizia ad affiancare alla carriera cinematografica anche quella di cantante. Nel corso degli anni sessanta compare in film patinati come “Viva Maria!” (1969) e diviene fervente attivista per i diritti degli animali. Nel 1974, appena prima del suo quarantesimo compleanno, B.B. annuncia tuttavia il suo ritiro dalle scene, dopo aver girato oltre cinquanta film e inciso diversi album discografici. Nello stesso anno posa nuda sul numero di settembre dell’edizione italiana di Playboy.

Da quel momento si è dedicata anima e cuore alla sua fondazione in difesa degli animali, vicino a Saint Tropez. “Ho dato la mia giovinezza e la mia bellezza agli uomini – ha spiegato in una delle ormai rare interviste – Riservo ora la mia saggezza e la mia esperienza, il meglio di me stessa, agli animali“.

Segnata da scandali, liti e divorzi, la vita sentimentale della Bardot è stata indubbiamente scandita da numerose passioni. Tra queste quella per l’attore Jean-Louis Trintignant, il cantautore Serge Gainsbourg e il chitarrista Jimi Hendrix, ma anche l’amore per i quattro mariti: il regista Roger Vadim, conosciuto all’età di sedici anni, l’attore Jacques Charrier (da cui B.B. ha avuto il suo unico figlio, Nicolas-Jacques Charrier), il ricco playboy tedesco Gunter Sachs e il politico di estrema destra Bernard d’Ormale.