Sylvia Kristel, la splendida attrice olandese che ha dato il volto alla sensuale Emmauelle, è stata ricoverata in ospedale per una ischemia cerebrale.

L’attrice, nata nel 1952, è in condizioni disperate e sono poche le speranze per una sua ripresa.

A dare notizia dell’accaduto il figlio Arthur che l’attrice ha avuto insieme allo scrittore belga Hugo Claus che, dalle pagine del quotidiano Het Laatste Nieuws dice

Vorrei poter dire che ci sono ancora delle speranze perché si ristabilisca, ma bisogna essere realisti.

Sylvia Kristel è stata il sogno erotico di tutti gli uomini tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, da quando, dopo aver interpretato delle piccole parti in alcune pellicole, fu notata per la sua bellezza e sensualità dal regista Just Jaeckin.

Era il 1974 quando il regista le affidò il ruolo della protagonista del film “Emmanuelle” e da qual momento in poi il suo viso e il suo corpo statuario sono sempre stati associati a quella immagine. Infatti, ha anche partecipato a molte altre pellicole sexy come “Emmanuelle l’antivergine” (1975), “Goodbye Emmanuelle” (1977) e “Emmanuelle 4” (1983).

Negli stessi anni anche Luigi Zampa e Salvatore Samperi la vogliono nelle loro pellicole. Nel 1979 la vediamo in “Letti selvaggi” e nel 1983 in “Amore in prima Classe”.