Mentre la statuaria attrice statunitense Hilary Swank non perde occasione di mettere a nudo la sua bellissima schiena, il “lato B” per cui è invidiata in tutta Hollywood, mostrando ai fotografi in attesa, al termine della sua passeggiata sul prestigioso tappeto rosso, lo scollo strategicamente sartoriale del suo abito, le immagini che ritraggono la Lohan semi nuda, nei panni dell’immortale Marylin Monroe, circolano in anticipo sul web.

È ben arduo porre le due “divinità” a confronto, considerate le peculiarità estremamente distinte delle loro rispettive qualità di bellezza, eppure le due dive hanno certamente una cosa in comune, quella, cioè, di far sempre parlare di sé.

E così se per la statuaria Swang, basta un evento come la prima, a Broadway, dell’operetta teatrale “On a Clear Day You Can See Forever” per mettere in mostra la parte del suo corpo ritenuta più interessante, per sentirsi assaltata da una tempesta di click da parte dei paparazzi, la copertina del numero di Play Boy, che si annuncia storico, vede Lindsay Lohan reinterpretare gli ultimi scatti di Marylin Monroe prima della sua tragica fine.

Il numero della celebre rivista americana, sopravvissuta ai decenni, verrà diffuso il prossimo week end.

L’editore del magazine di Pin Up (magazine con cui Marylin cominciò la sua carriera) ha affermato di aver dovuto anticipare la pubblicazione – secondo programma avrebbe dovuto esser data alle stampe solo nel prossimo mese di febbraio – perché la foto di testa, dove la Lohan è ritratta come Marylin, è già finita in rete.