Era in programma un nuovo massacro in un cinema dell’Ohio in cui stavano proiettando Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno, ultimo capitolo della trilogia su Batman di Christopher Nolan.

A lanciare l’allarme è stato un tweet che ha scatenato il panico allertando gli agenti della polizia a New Tork. La polizia temeva si trattasse di un secondo Jason Holmes (l’attentatore di Denver).

«Questo non è uno scherzo, dico sul serio, la gente morirà come ad Aurora».

Un utente di Twitter aveva infatti scritto un messaggio minaccioso venerdì sera, intimando di voler compiere un attentato in un teatro di Broadway. Gli investigatori, allertati, hanno chiesto al sito di microblogging di entrare in possesso dell’identità dell’autore.

Così, la polizia ha sventato quasi in maniera fortuita il massacro, nei pressi di un cinema in cui davano l’ultimo Batman. Un agente fuori servizio ha bloccato un losco figuro che stava per entrare nella sala di Westlake con uno zaino pieno di armi. L’uomo, che risponde al nome di Scott Smith, ha 36 anni. Era in possesso di una Glock 9 millimetri (tra le armi usate anche da James Holmes durante il massacro di Denver), tre coltelli e due caricatori. Smith, al momento dell’arresto, era l’unica persona all’interno del cinema.