I supereroi hanno sempre avuto una particolare attrattiva sul pubblico di tutte le età, sia che venissero proposti a fumetti, in televisione o sul grande schermo.

Ce ne sono a dozzine e, molto spesso, sceneggiatori e produttori hanno provato a mescolare le carte in tavola producendo episodi in cui due protagonisti di diversa provenienza si davano battaglia, ma solitamente non hanno riscosso un grande successo.

Il progetto Super Power Beat Down va oltre lo scontro e i mezzi di trasmissione, e propone degli episodi in cui i vari eroi, supereroi, maghi e strane creature si danno battaglia, ma, a decidere l’esito dello scontro non è il regista, ma il pubblico. Un esperimento che unisce la forza della fantascienza a quella della tecnologia: tutti coloro che vogliono esprimere il loro giudizio possono farlo sul sito superpowerbeatdown.com.

Per ora gli episodi prodotti sono tre. Il primo è quello della gara tra Batmobili: quella guidata da Damian Beurer della serie con Adam West e quella del 1989 utilizzata dal Batman di Tim Burton.
il secondo episodio vede invece scontrarsi Batman e Wolverine, in un crossover diretto da Aaron and Sean Schoenke e il terzo episodio, con la stesa regia, vede invece lo scontro tra Darth Fender di “Star Wars” e il Mago Gandalf de “Il Signore degli Anelli” in uno scontro epico e violento tra il bene e il male.