Si è conclusa con la vittoria dei Baltimora Ravens sui San Francisco 49ers quest’ultima e attesissima edizione del Super Bowl, la tradizionale finale del campionato professionistico di football americano.

Un evento che da sempre, negli stati uniti, incolla alla tv milioni e milioni di telespettatori, con la promessa di vedere partite mozzafiato e esibizioni spettacolari dai best della musica.

Quest’anno è stata la volta di Beyoncé (foto by InfoPhoto), duramente criticata per la sua esibizione in playback in occasione dell’insediamento di Obama, ha letteralmente incantato il pubblico: “Love on top”, “Halo”, “Till the end of time” sono solo alcune delle hit proposte, fino alla tanto attesa e inaspettata reunion con Kelly Rowland e Michelle Williams. Le tre Destiny’s Child hanno cantato “Bootylicious”, “Independent Women” e “Single Ladies”.

Corpetto nero in pelle, coda in pizzo e sexy calze parigine che lasciavano scoperte le gambe e il lato B, di certo Beyoncé non ha deluso le aspettative sei circa 71mila spettatori allo stadio e oltre 110 milioni davanti alla tv.

Sulle ultime note di Baby Boy che una sirena ha iniziato a suonare preannunciando l’evento: l’apparizione -letteralmente con effetto “pop up” delle altre due Destiny’s Child, Michelle Williams e Kelly Rowland. E a quel punto lo stadio è letteralmente impazzito. Il trio riunito ha eseguito solo due pezzi: Independent Women, Pt. 1, con finale tra le fiamme, e All The Single Ladies (Put a ring on it), pezzo solista di Beyoncé riproposto però in trio.

È innegabile: la regina del palco è stata ovviamente solo ed esclusivamente lei, come giusto che fosse, regalando uno show incredibile che si è concluso con il brano “Halo” e sipario che lentamente cala sul Superdrome di New Orleans.

Godetevi il video della performance: