Arriva su grande schermo Suite francese, la trasposizione dell’omonimo romanzo che in Francia è divenuto uno dei casi letterari più clamorosi degli ultimi vent’anni.

Il libro di Irène Némirovsky è stato pubblicato solo nel 2004, ovvero più di mezzo secolo dopo la morte della scrittrice ad Auschwitz nel 1942, grazie al ritrovamento effettuato dalla figlia Denise Epstein.

Questa infatti aveva sempre creduto che il manoscritto fosse il diario della madre, e iniziò a leggere e poi trascrivere le pagine vergate dalla mano della madre, che sarebbero quindi divenute le prime due parti che compongono Suite francese (il quale avrebbe dovuto arrivare sino all’ipotetica fine della guerra, che la Némirovsky non vide mai).

Ucraina di origine ebraica, la scrittrice era già famosa prima che il mondo la scoprisse per la sua opera più importante. Da Parigi, in seguito all’invasione nazista, si trasferì insieme al marito e alle due figlie in un piccolo villaggio della Borgogna: un evento che diede il via alla trama di Suite francese.

Oggi il romanzo è divenuto un film grazie al regista britannico Saul Dibb, già conosciuto per il suo film La duchessa e Bullet Boy.

Protagonista della pellicola è Michelle Williams (tre volte candidata all’Oscar per i suoi ruoli in Blue Valentine, Marylin e Brokeback Mountain), che veste i panni della bella Lucile Angellier, la quale in attesa di conoscere il destino riservato al marito prigioniero di guerra vive insieme alla dispotica suocera (la Kristin Scott Thomas de Il paziente inglese).

All’improvviso il villaggio di Bussy viene invaso prima dai parigini in fuga dalla capitale e poi dai nazisti: un po’ come in Il silenzio del mare di Jean-Pierre Melville, nella casa di Lucile si installa il raffinato soldato tedesco Bruno von Falk (Matthias Schoenaerts visto in Un sapore di ruggine e ossa), verso il quale la donna, dopo l’iniziale ostilità, scoprirà di nutrire un’attrazione e dei sentimenti che credeva sepolti.

Dopo l’anteprima dell’8 marzo Suite francese uscirà nelle sale cinematografiche a partire da giovedì 12.