Stranger Things è stata la serie tv originale Netflix che ha riscosso maggior successo negli ultimi tempi. Gli appassionati si sono divertiti a scovare e ad identificare le tantissime citazioni all’interno di essa. La storia di un gruppo di giovani ragazzi alla ricerca di un amico scomparso e che deve vedersela anche contro forze umane e soprattutto sovrannaturali, guarda soprattutto a Steven Spielberg e alla cultura degli anni Ottanta quando si tratta di citare. È accaduto nel corso della prima stagione (un titolo su tutti I Goonies) e accadrà anche in Stranger Things 2.

Punto fermo di questa nuova e attesissima seconda stagione di Stranger Things sarà invece Indiana Jones e soprattutto il film Indiana Jones e il tempio maledetto. Come hanno infatti spiegato anche i creatori della serie tv, i fratelli Ross e Matt Duffer, i nuovi episodi attingeranno, cinematograficamente parlando, all’anno 1984, particolarmente prolifico.

Ad aver convinto gli sceneggiatori, registi e produttori esecutivi della serie – i gemelli Duffer – ad ispirarsi ad Indiana Jones e il tempio maledetto sarebbe stato anche il fatto che all’epoca dell’uscita del film nelle sale cinematografiche, molti bambini dell’epoca rimasero traumatizzati: “Non intendiamo dire che il nostro intento è quello di traumatizzare, vogliamo solo dare un tocco più oscuro agli episodi. La serie sarà molto differente rispetto alla prima, virerà completamente direzione“.

Al momento questo è tutto quello che si sarà su Stranger Things 2. Tutti gli altri dettagli sulla lavorazione della serie tv sono tenuti gelosamente sotto riserbo e bisognerà attendere ancora un po’ prima di ricevere nuove succulente anticipazioni. Nel frattempo si può continuare a guardare in loop la prima riuscitissima stagione!