Nessuno tocchi Temptation Island. Il reality show di Canale 5 prodotto da Maria De Filippi, appuntamento fisso dei martedì sera d’estate, questa sera non è andato in onda in segno di rispetto per le vittime della tragedia in Puglia di questa mattina. Una scelta, quella di Mediaset, da vero e proprio servizio pubblico. Al suo posto, infatti è andato in onda il film “Il discorso del Re” e, a seguire, uno Speciale Tg5 dedicato ai fatti di Corato (per la cronaca non sono andati in onda neanche Paperissima Sprint, TecheTecheTè e Reazione a Catena).

Rispetto, dunque, per i -finora- 27 morti e 50 feriti, lo stesso rispetto che non hanno avuto i fan della trasmissione una volta appresa la notizia.

Una vera e propria ondata di polemiche, infatti, ha travolto gli account social della trasmissione: “Per quanto possa dispiacermi, – scrive un utente- non trovo sensata la cosa.. allora tutti i programmi non dovrebbero andare in onda… non è una diretta,ma un programma registrato..bha..” (commento che ha ricevuto oltre 6712 like); “Non si dimostra così il rispetto per le vittime” le fanno eco su Twitter; “Ma vaffa…. Uno aspetta per una settimana che arrivi stasera per vedere che succede e per colpa di un treno che deraglia sospendete il programma!?” .

Qualcuno asserisce che “tanto i morti non risorgono”, qualcun altro invece che è una scelta insensata perché “ogni giorno ci sono morti”. Il livello (basso) purtroppo è questo. Fortuna che tra la marea di lamentele c’è anche chi, invece trova giustissima questa scelta e critica fortemente questa polemica davvero inutile.

Un programma tv che fa discutere anche quando non va in onda: su Twitter “Temptation Island” è salito subito nei Trend degli argomenti più discussi della serata. “Ridateci Temptation Island” è il claim di questa sera, guai ad aspettare un giorno in più per scoprire chi ha cornificato chi. Roba da (non) andarne fieri.