Sting giunge ad un terzo del suo tour italiano.

Dopo il live di Verona, dell’8 luglio, e quello di Roma, di ieri, adesso manca solo Cattolica, il prossimo 29 luglio.

Andiamo però a scoprire cosa è accaduto durante i live dei giorni scorsi…

A Verona erano i 13.000, praticamente una data sold out, il concerto è iniziato con un semplice ‘Ciao Verona’ che ha immediatamente scaldato gli animi del pubblico già carico, e così a Roma l’atmosfera era già calda ancor prima che Sting salisse sul palco con i suoi pantaloni scusi, t’shirt bianca e l’immancabile basso.

La sua voce e la scaletta hanno poi fatto il resto: un mix di brani tratti dai dischi di Sting e dai più apprezzati dei Police.

E così via con ‘If I ever lose my faith in you‘, ‘Every little thing she does is magic’, ‘Englishman in New York’, ‘Seven Days’, ‘Fields of gold’ (presentata in italiano dallo stesso Sting come ‘Campi d’Oro’) e ancora ‘Driver to tears‘ (brano durante il quale una ragazza è riuscita a salire sul palco e ad abbracciare il suo amato Sting), ‘Heavy clouds no rain’, ‘Message in a Bottle‘, ‘Shape of my heart’, ‘The hounds of winter’, ‘Wrapped around your finger’, fino a ‘Next to you‘ e ‘Fragile‘ in conclusione di queste lunghe notti d’estate.

Quanto alla band, sul palco con Sting c’erano David Sancious, già tastierista nella E Street Band con Springsteen, Dominic Miller, alla chitarra, e Vinnie Colaiuta, alla batteria. A loro si aggiungono Peter Tickell, violinista, e Jo Lawry, voce. E al basso? Beh…Sting!

In occasione del live di Roma, tenutosi al Foro Italico, ad assistere al live di Sting c’era un altro storico Big della musica mondiale: Bruce Springsteen.

Purtroppo, diversamente da quanto si potesse sperare, Springsteen non è salito sul palco a salutare, o meglio ancora a duettare, con Sting.

Guardiamoci insieme alcuni video dei live dei giorni scorsi.

Message in a Bottle – Verona:

Every little thing she does is magic – Verona:

Next to you – Verona:

Fragile – Verona:

Englisman in New York – Roma:

Fields of Gold – Roma:

Every breath you take – Roma:

Fragile – Roma: