Presentato durante lo scorso Festival Internazionale del Film di Roma, Still Alice farà la sua comparsa nella sale cinematografiche a partire dal 22 gennaio 2015.

La pellicola sceneggiata e diretta da Richard Glatzer e Wash Westmoreland (già autori di The Last of Robin Hood) si preannuncia come il più probabile dei viatici all’Oscar per la sua protagonista, Julianne Moore, già candidata alla famosa statuetta per ben quattro volte ma vincitrice in compenso dei relativi premi dei maggiori festival europei come Cannes, Venezia e Berlino.

Il film è tratto dal romanzo Perdersi della neuroscienziata Lisa Genova e racconta la storia di Alice Howland, un’affermata professoressa di linguistica che all’improvviso non riesce più ad afferrare la materia della sua professione, le parole. Sposata felicemente e madre di tre figli, alla donna appena cinquantenne viene diagnosticata una forma precoce del morbo di Alzheimer.

La donna inizierà una battaglia per proteggere i propri affetti, messi a dura prova dalla malattia, cercando di salvaguardare la propria identità e la propria vita nonostante la terribile malattia.

Un film commovente e intenso, di quelli che di sicuro rientrano nei canoni dell’Academy: in questo senso la possibile candidatura di Julianne Moore potrebbe diventare facilmente una vittoria più che meritata, vista la carriera della grande attrice.

Nel cast di Still Alice compaiono anche Alec Baldwin nei panni del marito di Alice, la sempre più affermata e lontana dai tempi di Twilight Kristen Stewart, Kate Bosworth (Le regole dell’attrazione e Il sapore della vittoria) e Hunter Parrish.

Foto: ufficio stampa