Tra i film più attesi dell’autunno cinematografico c’è sicuramente “Steve Jobs” che uscirà negli Stati Uniti il 9 ottobre mentre in Italia lo si vedrà solo a partire dal gennaio del 2016. La pellicola è diretta dal premio Oscar Danny Boyle (“Trainspotting”, “The Beach”, “The Millionaire”) e scritto dal Aaron Sorkin (oscar alla sceneggiatura per “The Social Network”), basandosi sulla biografia best-seller del fondatore della Apple, opera di Walter Isaacson. I produttori sono Mark Gordon, Guymon Casady di Film 360, Scott Rudin ed il premio Oscar Christian Colson.

“Steve Jobs” è un biopic ambientato nel backstage del lancio di tre prodotti iconici culminato nel 1998 con l’inaugurazione dell’ iMac. Il protagonista, pionieristico fondatore della nota azienda informatica Apple, Steve Jobs, ci conduce dietro le quinte della rivoluzione digitale alla scoperta, attraverso un ritratto molto intimo e psicologico, di un uomo dai tratti geniali.

La sceneggiatura, scritta da Aaron Sorkin, si concentra su tre principali momenti, corrispondenti al lancio di tre grossi progetti di casa Apple: il Mac, la compagnia NeXT, e l’iMac. Interessantissima la genesi della società “parallela” NeXT creata da Jobs a metà degli anni ’80 dopo essere stato estromesso dalla Apple. Di lì la rapida scalata al successo e la riacquisizione del marchio di cui è stato ideatore.

Nelle vesti del protagonista  Steve Jobs, il poliedrico Michael Fassbender, scelto specificamente per conferire spessore intimistico al personaggio interpretato, mentre l’attrice premio Oscar Kate Winslet ritrae Joanna Hoffman, ex responsabile marketing di Macintosh. Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, è interpretato da Seth Rogen, e Jeff Daniels interpreta l’ex CEO della Apple John Sculley. Altri interpreti di rilievo sono Katherine Waterston nei panni di Chrisann Brennan, l’ex-fidanzata di Jobs, e Michael Stuhlbarg nel ruolo di Andy Hertzfeld, uno dei membri originali del team addetto allo sviluppo del Macintosh della Apple.