Star Wars: Il risveglio della Forza oggi approda finalmente nei cinema italiani. Dopo le proiezioni in anteprima per la stampa e per i VIP, il pubblico potrà assistere al nuovo capitolo della saga fantascientifica che ha già ottenuto una serie di critiche entusiastiche sia Oltreoceano che dalle nostre parti.

Tra le prime reazioni a Star Wars: Il risveglio della Forza, il settimo episodio della saga creata da George Lucas che questa volta è stato diretto dal paparino di Lost J.J. Abrams, vi è anche quella di una delle protagoniste del cast.

Del tutto soddisfatta dalla visione è una delle giovani attrici rivelazione della nuova pellicola di Star Wars, Daisy Ridley. L’interprete britannica 23enne alla premiere di Los Angeles ha dichiarato a Entertainment Weekly: “È incredibile come la saga riesca a raggiungere il pubblico. Penso che Rey sia un grande personaggio da vedere per la gente e forse relazionarsi con lei, e vedere qualcosa in lei che sentono e che permette di connettersi con la storia”.

Daisy Ridley ha inoltre commentato la sua reazione alla visione di Star Wars: Il risveglio della forza, dicendo: “Sono uscita dal cinema e pensavo: ‘Yeah, sto alla grande’, e poi in automobile ho pianto per l’intero tragitto. Ed è stato un viaggio di dieci ore”.

Riguardo ai suoi illustri compagni sul set di Star Wars: Il risveglio della Forza, la giovane Daisy Ridley ha dichiarato: “Harrison Ford mi ricorda mio padre, anche lui ha l’orecchino. E Carrie Fisher è divertentissima”. Su di lei, l’interprete di Ian Solo ha invece detto: “Quando l’ho incontrata la prima volta pensavo fosse timidissima. Una vera English Rose. Mi ha dimostrato che ero davvero fuori strada…”.

Carrie Fisher, l’interprete della Principessa Leia nella saga originale, in un’intervista concessa a Repubblica ha parlato di com’è stato tornare a reinterpretare il suo storico personaggio nel nuovo Star Wars: Il risveglio della Forza: “La responsabilità è enorme. Ti senti esausta ancora prima di iniziare. Ero nella mia roulotte quando ho sentito l’arrivo di Harrison Ford. Ho riconosciuto il suono dei suoi stivali! ‘Carrie è qui?’, ho sentito che chiedeva. E mi è sembrato come essere di nuovo sul set di 35 anni fa”.

Carrie Fisher ha poi svelato a Repubblica quali sono le differenze tra lavorare con l’autore della saga George Lucas e con il regista del nuovo Star Wars: Il risveglio della Forza J.J. Abrams: “George non ha mai parlato molto sul set, è sempre stato di poche parole. J.J. è un logorroico. Non dico che chi parla tanto sia meglio, ma a me è piaciuto. Credo sia all’altezza di Lucas”.

Harrison Ford invece ha rivelato quanto è stato facile convincerlo a partecipare al nuovo Star Wars: “Quando mi hanno chiesto di tornare e di fare parte di questo film non ho esitato: mi è parsa un’ottima idea. La trama mi ha subito colpito e, parlando con J.J. Abrams, ho capito che il film era nelle mani giuste e che condividevamo la stessa visione. In più, l’idea di tornare di nuovo a giocare con questi giocattoli dopo così tanti anni mi affascinava”.