Nel migliore dei mondi possibili “Star Wars: gli ultimi Jedi” sarebbe potuto essere un buon film, ma purtroppo non lo è affatto. Le aspettative dopo “Star Wars: Il risveglio della Forza” erano tante, anche se in molti erano rimasti delusi dal film diretto da J.J. Abrams. Tuttavia l’operazione postmoderna di Abrams, il suo citazionismo del primo Guerre stellari, aveva avuto il “merito” di attingere alla saga cercando di proporre dei nuovi personaggi con uno spessore: Kylo Ren, Rey e lo stormtrooper pentito Finn.

Nulla di nuovo, intendiamoci, ma avevamo apprezzato nel film di Abrams la freschezza dell’approccio, preservando tuttavia il tono epico della saga. Invece in Star Wars: gli ultimi Jedi il regista e sceneggiatore Rian Johnson, a nostro avviso, ha deciso di intraprendere una sua strada, che si discosta troppo da quanto tutti i fan di Star Wars hanno amato in questa saga. C’è troppa ironia, i personaggi risultano spesso delle caricature, non solo i nuovi ma anche le vecchie icone come Luke Skywalker.

Leggendo le recensioni della stampa estera veniva lodato proprio questo approccio innovativo e iconoclasta di Rian Johnson, a nostro avviso invece è proprio questo approccio che rende Star Wars: gli ultimi Jedi un film debole che scontenterà non solo i fan della saga. A questa “caduta di stile” si aggiunga anche che la sceneggiatura è banale e prevedibile e il film con le sue due ore e mezzo di durata arranca per più di 90 minuti, trovando un barlume di ritmo solo nel finale. Complessivamente l’approccio postmoderno di Abrams alla saga di Star Wars viene dimenticato e l’impressione è quella di trovarsi difronte a un film eminentemente kitsch, in cui i riferimenti sono alti, ma i cui risultati sono bassi e di pessimo gusto.

Non riveliamo nulla della trama per rispetto dei tanti fan della saga, quel che possiamo dire però è che a differenza di tutti e 7 i capitoli in questo Star Wars: gli Ultimi Jedi non vi sono colpi di scena significativi e il film non fa altro che continuare a raccontare quanto ci era stato già delineato in Star Wars: Il risveglio della Forza.

La speranza è che con Star Wars Episodio IX, a cui sta lavorando J.J. Abrams, sia in veste di regista che di sceneggiatore, si possa tornare a rivivere davvero quell’epica che ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo e non si assista nuovamente a un’operazione di marketing filmico che scontenterrebbe tutti.