J.J. Abrams, il regista del prossimo episodio di Star Wars 7 – Il Risveglio della Forza, ha fatto sapere nel corso di un’intervista a Vanity Fair che intende eliminare il personaggio di Jar Jar Binks dal nuovo episodio della saga. Quest’ultimo non è stato un personaggio che ha riscosso molta fama, anzi. Il regista americano fu accusato di razzismo quando Jar jar Binks ha fatto la sua comparsa sullo schermo nel primo capitolo della nuova trilogia di Star Wars.

Il motivo per cui J.J. Abrams fu accusato, sin da subito, di razzismo fu dovuto al fatto che molti avevano visto in Jar Jar Binks un personaggio ricalcato su un afro-americano. L’eliminazione di questo personaggio da Star Wars 7 non sarebbe davvero un motivo di ribellione per i fans della saga fantascientifica più di successo di tutti i tempi: il suo ruolo è andato infatti ridimensionandosi già nel corso dei precedenti due capitoli. Jar Jar Binks è un umanoide che arriva dal pianeta Naboo e che adesso J.J. Abrams vorrebbe far sparire in qualche parte del deserto, come ha letteralmente dichiarato a Vanity Fair.

E d’altra parte, chi mai potrebbe accorgersi della sua eliminazione? Secondo il regista, pochi appassionati ricordano la sua presenza all’interno della trilogia e coloro che la ricordano forse preferirebbero vederlo morto. In realtà, non ci capisce nemmeno come possa essere data importanza ad un personaggio che non l’ha mai avuta e che i fans non amano neppure (tant’è che molti neppure lo ricordano).

E allora ce ne faremo una ragione se a partire dal 16 dicembre 2015, giorno in cui Star Wars 7 sbarcherà nelle sale cinematografiche di mezzo mondo, Jar Jar Binks non comparirà nel film oppure comparirà solo per fare una brutta fine. La sua mancanza sarà compensata dall’arrivo di nuovi personaggi (magari in grado di catturare di più l’interesse e l’affetto degli appassionati vecchie e nuovi della saga).