Significativa decisione quella degli sceneggiatori e degli autori di Star Trek Beyond, il terzo capitolo del reboot del franchise.

È stato infatti rivelato l’orientamento sessuale di uno degli storici personaggi della saga di fantascienza: per dirla in parole povere, vedremo in una scena che il tenente Hikaru Sulu, da sempre membro dell’Enterprise, ha una figlia e un compagno che lo aspettano a casa.

Ciò lo rende il primo personaggio apertamente gay all’interno dell’universo di Star Trek. Una lacuna che i fan lamentavano da tempo, visto che uno dei punti di forza del franchise è sempre stata l’estrema varietà di personaggi (razze aliene incluse) e situazioni presentate. Si pensi solo che il primo bacio interrazziale nella televisione americana è avvenuto proprio tra il Capitano Kirk e Nyota Uhura, nel lontano 1968.

A svelare la decisione è stato l’attore che interpreta Sulu in Star Trek Beyond, John Cho, il quale ha affermato di aver molto apprezzato l’approccio poco roboante dei filmmakers, che non hanno voluto sottolineare l’aspetto presentandolo come un dato di fatto: “Spero che l’assenza di politicizzazione degli orientamenti personali sia uno dei nostri obiettivi come specie”.

Cho ha anche spiegato che lo sceneggiatore Simon Pegg e il regista Justin Lin hanno preso questa decisione anche come un omaggio e un riferimento a George Takei, l’attore che interpretava Sulu nella serie originale, e che ha fatto coming out nel 2005, diventando un attivista molto noto nel mondo LGBT.

In uscita il 21 luglio, Star Trek Beyond racconta di come un improvviso attacco costringa i membri dell’Enterprise a una fuga precipitosa su un pianeta alieno: i personaggi principali si dividono e i loro obiettivo principale è quello di riunirsi prima di affrontare la minaccia rappresentata dal villain interpretato da Idris Elba.

Il cast del film comprende Chris Pine, Zoe Saldana, Sofia Boutella, Zachary Quinto, Karl Urban e il compianto Anton Yelchin.