Sta per arrivare su Canale 5 una nuova fiction targata Taodue, Squadra Mobile, che attraverso 16 puntate da 40 minuti per un totale di 8 serate è pronta a raccontare attraverso il lavoro di un gruppo di agenti della squadra mobile la vita quotidiana, fatta di piccoli e grandi drammi, di una metropoli, bella e fragile, come Roma.

A capitanare la squadra di poliziotti un personaggio amatissimo dal pubblico televisivo, il commissario Roberto Ardenzi interpretato da Giorgio Tirabassi, che, dopo aver guidato il X Tuscolano di tante serie di Distretto di Polizia, torna protagonista. Ad affiancare Ardenzi, un gruppo di professionisti affiatati, ricchi di umanità e capacità professionali ma anche dei problemi che la vita di ogni giorno porta con sé: l’ispettore Isabella D’Amato (Valeria Bilello) in prima fila nella lotta allo stalking, Sandro Vitale (Antonio Catania), poliziotto di grande esperienza ma alle prese con un nemico pericoloso, l’alcol; Giacomo Polena (Pippo Crotti), lasciato da solo con un figlio da una moglie esasperata dalla sua avarizia. E un amico e collega come Claudio Sabatini (Daniele Liotti), che riserverà la più amara delle sorprese al nostro Ardenzi.

Al centro di Squadra Mobile saranno trattati saranno casi che affollano quotidianamente le pagine di cronaca dei nostri giornali, dal femminicidio allo stalking, dalle persone scomparse all’infanzia contesa o abbandonata, con una particolare attenzione all’umanità delle vittime e all’aiuto che gli agenti ogni giorno sanno portare a chi ha bisogno. A caratterizzare le 8 serate della serie saranno soprattutto due elementi: l’inedita sfida tra Ardenzi e il suo amico e collega Claudio Sabatiniche si rivela molto diverso da come appare e i casi trattati nelle singole puntate la cui particolarità è quella di focalizzare l’attenzione più che sulla ricerca dei colpevoli o sulla criminalità organizzata sulle vittime, su quel lato della cronaca nera meno approfondito. L’appuntamento con la prima puntata di Squadra Mobile è fissato per il 20 aprile in prima serata su Canale 5.

Anticipazioni primo episodio di Squadra Mobile

E’ il compleanno di Roberto Ardenzi. Il commissario ha lasciato da tempo il X tuscolano e ora lavora alla Squadra Mobile di Roma che ha organizzato un pranzo con i collaboratori della sua sezione, giusto il tempo di chiudere un pedinamento e fermare un traffico di droga che stanno seguendo da tempo insieme al fido collega, capo della narcotici, Claudio Sabatini. Tutto sembra andare alla perfezione se non fosse che all’ultimo arriva una segnalazione urgente: una donna con un bambino al seguito minaccia di buttarsi nel Tevere. Mauretta, figlia di Ardenzi che era ancora una bambina ai tempi del X Tuscolano, ora è una studentessa universitaria molto responsabile e affezionata al padre, talmente affezionata che non sopporta più le continue assenze e ritardi legati al lavoro, specialmente il giorno del compleanno, con una festa organizzata nel giardino di casa e tutti i colleghi ad aspettarlo. Ma Ardenzi non è certo uno che lascia sola una donna in pericolo. Lo imparano da subito anche Marcello Oliviero e Riccardo Pisi, due ragazzi appena entrati in servizio alla Sezione di Ardenzi che insieme a lui devono trovare la donna col bimbo e salvarla. Intanto Sabatini ha risolto, a modo suo, l’indagine sul traffico di droga e ha fatto verbalizzare tutto o quasi. E si reca a casa di Ardenzi, pronto a festeggiare, insieme agli altri colleghi, l’amico fraterno Roberto. Ad attenderlo ci sono Sandro, il collega più anziano, una vita sulle strade della capitale con tutto ciò che questo comporta, c’è Isabella, alle prese con una segnalazione di aggressione a una donna, ci sono Giacomo e Valeria, tutti in attesa di poter brindare al compleanno del loro capo. Ardenzi arriverà per il brindisi?