L’accoppiata è di certo vincente: Steven Spielberg e Peter Jackson insieme possono fare davvero scintille.

Vedremo cosa accadrà quando sarà presentato a Roma in occasione del festival del Cinema “Le avventure di Tintin”, il film interamente girato in motion capture diretto appunto da Spielberg e prodotto da Jackson.

La pellicola, che partecipa alla kermesse fuori concorso, si ispira ai personaggi creati da Hergé e divenuti famosi per i ragazzi di tutto il mondo.

La particolarità della pellicola è proprio il sistema attraverso cui è stata realizzata, il ‘motion capture’ infatti è quella particolare tecnica che permette di “registrare” i movimenti di un attore per riprodurli attraverso un personaggio animato.

Steven Spielberg ha conosciuto questo personaggio dei fumetti subito dopo aver realizzato il film “I predatori dell’Arca perduta” quando il suo personaggio e le avventure da egli vissute sono state paragonate appunto a quelle di Tintin.

Grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie, già sperimentate dal regista in Jurassic Park, è stato possibile realizzare un prodotto che si avvicina incredibilmente alle scelte stilistiche di Hergé.

A dare vita al personaggio sarà il giovane attore inglese Jamie Bell, reso celebre dalla sua interpretazione in Billy Elliott.

Non resta quindi che vedere questa nuovo lavoro del regista che non ha mai deluso i suoi fan nel corso della sua lunga carriera.