Per ora è solo un rumor, ma uno di quelli che stanno facendo letteralmente andare in visibilio tutti gli appassionati di fumetti e cinecomic: Spiderman potrebbe finalmente fare il suo debutto in uno dei film della Fase 3 della Marvel (come ovvio non stiamo parlando di Avengers 2, ormai ultimato).

I diritti del personaggio dell’Arrampicamuri, nonostante faccia da sempre parte del roster della Marvel fumettistica, sono infatti in mano alla Sony, che negli ultimi anni ha realizzato un remake – intitolato The Amazing Spiderman – affidando la regia a Marc Webb e il ruolo di protagonista a Andrew Garfield.

Le pellicole, che hanno rilanciato il franchise dopo la débâcle del terzo Spiderman affidato a Sam Raimi, hanno ottenuto degli ottimi incassi al botteghino, tuttavia la fanbase di Peter Parker si è mostrata sempre più scontenta di questa interpretazione.

Entra così in gioco la Marvel, che fin dall’anno scorso sta tentando di convincere la Sony a co-produrre un nuovo reboot che introdurrebbe Spiderman nel suo universo cinematografico che conta tanto gli Avengers quanto I Guardiani della Galassia e che si arricchirebbe ulteriormente nei prossimi anni con il Doctor Strange, Black Panther, gli Inumani e Ant-Man. La Sony ha smentito questa ipotesi, ma secondo varie fonti un accordo si farebbe sempre più vicino e si trattebbe solo di stabilire le condizioni econimiche.

Rimarrebbe però da capire in che modo Spiderman potrebbe essere introdotto nell’universo Marvel, se nel primo capitolo della nuova saga in due parti degli Avengers (Infinity War) o nel più interessante terzo film di Captain America (Civil War), nel quale il lancia-ragnatele svolgerebbe un ruolo di primo piano.

L’unica certezza – per quanto ancora ipotetica – sarebbe quella della necessità di un nuovo casting, nonostante Andrew Garfield sia stato apprezzato quasi universalmente: ma trovare un nuovo viso per il debutto in grande spolvero sembrerebbe una mossa necessaria.

Foto: Sony Pictures