Paolo Sorrentino, dopo gli ottimi riscontri ottenuti al Festival di Cannes dove ha presentato Youth – La Giovinezza, con Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, ha ricevuto la laurea honoris causa in Filologia moderna dall’università Federico II di Napoli. “L’università mi emoziona più della Notte degli Oscar” ha dichiarato il regista napoletano che si è detto orgoglioso del fatto che “questa laurea venga da Napoli”.

Nel corso della sua lectio magistralis su scrittura e cinema, il regista premio Oscar ha ricordato il suo rapporto con la sua città natale dove ha trascorso gran parte degli anni giovanili: “Ogni angolo di Napoli mi riporta alle mente qualcosa, la mia infanzia, l’adolescenza, i miei 20 anni. La laudatio è stata, invece, affidata a Corrado Calenda, docente di filologia moderna. Nel corso del suo intervento il Professore ha parlato di Sorrentino definendolo “autore, anzitutto, dei soggetti e delle sceneggiature di tutti i suoi film”, sottolineando “l’appassionata vena di Sorrentino scrittore, da lui stesso più volte segnalata come tratto essenziale, e all’origine dei due romanzi in cui conferma autonomamente il talento”.

Queste le parole del discorso ufficiale tenuto da Paolo Sorrentino durante la cerimonia: “Sono molto emozionato e commosso. E’ difficile per me descrivere ciò che sto provando. Stare a Napoli per me, poi, è sempre una grande emozione. Alla Notte degli Oscar, probabilmente, lo ero meno. Lì mi sentivo più a mio agio, era il mio ambiente. Napoli è stata fondamentale per la mia formazione, il mio lavoro l’ho fatto soprattutto qui. Prima o poi farò un film ambientato a Napoli, con personaggi napoletani. Non so ancora quando, ma prima o poi accadrà”.