A pochi giorni di distanza dalla scomparsa della grande mente delle tecnologie dei nostri tempi, Steve Jobs, il fronte dei media e della comunicazione si mobilitano per rendere omaggio a papà Apple.

Il cinema non è da meno e le ultime indiscrezioni provenienti da oltreoceano confermano l’interesse della settima arte alla vicenda di Jobs.

A sole pochi giorni dalla sua morte (5 ottobre), la vita di Steve Jobs potrebbe diventare un film.

Secondo i rumors americani sarebbe la Sony Pictures ad aver intrapreso una trattativa per acquistare i diritti dell’unica biografia autorizzata dell’inventore dell’iphone.

L’uscita della biografia, scritta da Walter Isaacson, è prevista per il prossimo 24 ottobre.

Dopo aver raccontato la storia romanzata e controversa ‘The Social Network‘ su Mark Zuckerberg, ideatore di Facebook, e ‘This Is It’, il concerto-documentario su Michael Jackson, la Sony è alla ricerca di un nuovo colpaccio.

In questo caso la stesura della sceneggiatura sarebbe aiutata dalle oltre quaranta interviste fatte a Jobs nel corso di due anni, e corredate da altri incontri con i  familiari, amici, colleghi e concorrenti.

Dalle interviste si delinea una storia avvincente, che forse alcuni conoscono anche grazie al discorso che lo stesso Jobs ha tenuto presso un’università americana.

Una strada non sempre rosa e fiori dell’imprenditore più dell’ultimo secolo.