C’è un solo vincitore per quanto riguarda il People’s Choice Award assegnato alla trentasettesima edizione del Festival del Cinema di Toronto. Il suo nome è David O. Russel e il suo film è Silver Linings Playbook. La pellicola è tratta da L’orlo argenteo delle nuvole, omonimo romanzo dello scrittore Matthew Quick.

Davide O. Russel ha una grande caratteristica per quanto concerne le sue doti di regista: sa raccontare il dramma. Lo aveva fatto l’anno scorso in The Fighter, portando sul set la commovente storia di due fratelli pugili.

Lo ha rifatto quest’anno, con il trionfante Silver Linings Playbook, pellicola che ha lasciato a bocca aperta il pubblico canadese. Ecco un frammento di trama: il film narra le vicende di un uomo, Pat Solitano (interpretato dall’attore Bradley Cooper), che dopo essere stato chiuso per ben quattro anni in un centro di igiene mentale, torna in libertà con l’intenzione di riconquistare sua moglie. Ella lo aveva lasciato per u altro nuovo.

Pat fa nuovamente i conti con la vita, provando a riviverla in maniera “Normale”. Come se la normalità avesse un modello ben preciso da seguire. Questo, per Pat, non è facile. Qualcosa cambia quando incontra Tiffany (interpretata da Jennifer Lawrence).

Silver Linings Playbook parla d’amore, di seconde occasioni offerte dalla vita. Il momento della riconciliazione con sé stessi e con gli altri arriva sempre, e talvolta non serve aspettare il permesso della società, soprattutto quando quest’ultima ha già influito pesantemente con il suo giudizio.