Non si ferma la bagarre mediatica tra Maurizio Costanzo e Belen Rodriguez. Dopo l’intervista della showgirl argentina al programma di Costanzo, il presentatore aveva rilasciato delle dichiarazioni al vetriolo al settimanale di gossip “Nuovo” in cui la invitava a sparire dalla circolazione e a trasferirsi all’estero.

Belen, di tutta risposta, si era scagliata contro il direttore del rotocalco Riccardo Signoretti, accusandolo di aver riportato delle dichiarazioni false. La reazione di Signoretti non si è fatta attendere e, intervistato da “LaPresse”, ha controbattuto inviando al committente la patata bollente:

Belen mente e risponderà in ogni sede delle sue menzogne. Capisco che sia distrutta dopo l’intervista-scoop di ‘Nuovo’ nella quale Maurizio Costanzo la invita a trasferirsi all’estero e a non rompere più le scatole. È stata scaricata da un personaggio autorevole e influente. Ma la sua strategia, cioè demolire la mia credibilità per far pensare al pubblico che quell’intervista fosse falsa, non passerà. Ho dato incarico ai miei legali di procedere in ogni sede contro la Rodriguez”.

Il direttore ci ha tenuto a sottolineare anche che l’intervista rilasciata da Costanzo è registrata e che, da parte sua, non è arrivata nessuna smentita. Insomma, Signoretti sembra essere davvero sicuro della sua posizione e a confermarlo è la professionalità che lo contraddistingue da anni:

“In oltre vent’anni di giornalismo non sono mai stato denunciato per aver pubblicato false dichiarazioni. Belén dovrebbe saperlo bene. Lei è stata chiamata a testimoniare nel processo contro ‘Le Iene’, che avevano accusato il mio settimanale d’aver pubblicato interviste mai realizzate. Ebbene, l’inviato del programma di Italia 1, Filippo Roma, è stato condannato per diffamazione: altro che interviste false!“.