Il critico d’arte Vittorio Sgarbi interviene al programma La Zanzara con Giuseppe Cruciani per parlare del FertilityDay tanto caro al Ministro Lorenzin ma poi rilascia una dichiarazione choc su AIDS, omosessualità e sesso.

Espone la sua teoria sulla “toccata e f(*)uga” confessando di non aver mai utilizzato il preservativo: “L’Aids esiste per chi se la cerca. Se ho paura? Mai avuta. Basta cambiare. Toccata e f**a, toccata e f**a. Una volta sola e poi scappare: è provato che con un solo rapporto il rischio di contrarre l’Aids è bassissimo. Cresce quando si va a letto, quattro, cinque volte. Fare l’amore solo con la propria moglie infatti è pericolosissimo”.

Incalzato da Giuseppe Cruciani per spiegare meglio la teoria visto che è diametralmente opposta a quello che dichiara l’Organizzazione Mondale della Sanità, Sgarbi dichiara: “Chi ha preso malattie ha sc**ato delle donne o fatto altro? Hai mai visto un morto di Aids che non abbia avuto una declinazione omosessuale prevalente? La f**a non fa danni, il dietro è pieno di merda e dunque fa male. L’Aids è un passaggio di merda e sangue”.

Poi porta esempi che avvalorano la sua tesi:  “Dico che il rapporto anteriore il rischio è molto più limitato. Dimmi se c’è un rigoroso eterosessuale morto di Aids. Fidel Castro ha sc**ato 35mila donne attestate e non è morto di Aids. Warren Beatty 12.400…”.

Nina Moric, sempre pronta a commentare quel che succede, si scaglia contro Sgarbi su Facebook scrivendo: “Come se i giovani d’oggi non fossero sufficientemente spericolati, arriva Sgarbi e dichiara che il preservativo non serve, che l’AIDS si prende solo con rapporti gay o con il sesso anale.Anni di ricerche, di pubblicità progresso, di morti, buttati nel cesso. #VittorioSgarbHIV le parole dovrebbe pesarle tutti specialmente chi influenza i più giovani.”

Vittorio Sgarbi torna con una sua dichiarazione choc a far parlare di lui, a metà estate aveva dichiarato di riportare in italia la Monna Lisa ma era solo un bluff pubblicitario per Citroen. Questa volta di cosa si tratta di un concetto corretto ma estremizzato oppure di una nuova campagna pubblicitaria per qualche contraccettivo ?