Sta per arrivare in tutte le sale cinematografiche la commedia sexy più esilarante dell’anno. L’8 maggio, infatti, uscirà Sexy Shop, un film di Maria Erica Pacileo e Fernando Maraghinima tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Marega. La storia, dal retrogusto amaro, mette in primo piano le frustrazioni e i fallimenti di una generazione che oggi si trova a fare tutt’altro rispetto a quello per cui aveva studiato o che aveva sognato. Ecco il trailer del film.

Il film si svolge nell’arco di 24 ore e vede protagonisti tre amici di 50 anni, tutti diversi tra loro per carattere e per esperienze di vita. Per motivi differenti si trovano a trascorre una giornata molto particolare all’interno di un negozio interamente dedicato al sesso dove una serie di clienti permetteranno ai tre protagonisti di confrontarsi con il loro passato, il loro presente, ma soprattutto con i buoni propositi per il futuro.

Sinossi: Luca ha 50 anni e nonostante l’età ha un futuro ancora tutto da costruire. Da pochi giorni la sua storia d’amore con Anna è miseramente naufragata e a questo si è sommata una cocente delusione lavorativa: la sua speranza di riuscire a “sfondare” nel mondo della musica si è scontrata con l’ennesimo rifiuto di uno dei tanti discografici incontrati sul suo percorso. La routine di Luca quindi procede sempre identica e molto lontana dalle sue aspettative: le sue giornate trascorrono all’interno di un negozio, un sexy shop, avuto in gestione da Uberto, suo vecchio compagno di liceo. Il sexy shop (scopri qui cos’è il sexercise) tanto odiato dal protagonista diventerà il crocevia di una serie di storie singolari, a volte esilaranti, altre paradossali.

Un crescendo di eventi e colpi di scena, al ritmo di una colonna sonora dedicata agli anni ’80 e ’90 e ai suoi protagonisti che diventeranno veri e propri interpreti del film. Tra i tanti “ospiti musicali” spiccano i nomi di Garbo, Righeira, Andrea Chimenti, Athaualpa, Modo, Sir Oliver Skardy (dei Pitura Freska), Sick Tamburo (dei Prozac+), Tre Allegri Ragazzi Morti, Ivan Cattaneo, Krisma, Elisabetta Viviani e Antonio Aiazzi, uno dei fondatori dei Litfiba (LEGGI QUI LA NOSTRA INTERVISTA A PIERO PELU’).