Arriverà il 18 maggio nelle sale italiane l’atteso Sette minuti dopo la mezzanotte, il commovente film che ha vinto il Future Film Festival 2017 di Bologna.

Diretta da J.A. Bayona (che ha già firmato il teso The Impossible e l’horror The Orphanage) la pellicola è tratta dal romanzo omonimo di Patrick Ness, anche autore della sceneggiatura, che ha riscosso un grande successo in tutto il mondo.

Sette minuti dopo la mezzanotte è la storia del giovane Conor, (Lewis MacDougall), frequente vittima di bullismo a scuola che vive con una nonna arcigna e insensibile (interpretata dalla Sigourney Weaver della saga di Alien) a causa della malattia della madre (la Felicity Jones di Rogue One e La teoria del tutto).

Un giorno Conor, in preda alla solitudine e alla disperazione, fa appello a tutte le sue capacità e miracolosamente evoca una creatura fantastica, un “mostro”, che ogni sera inizierà a raccontargli delle storie, frammenti di un viaggio emotivo alla ricerca della verità.

La creatura ha l’aspetto di un antico e maestoso albero dall’altezza di 12 metri (che nella versione originale ha la voce imperiosa di Liam Neeson), il quale ha stabilito che quando avrà finito di raccontare le sue storie, sarà Conor a narrare qualcosa.

Nella clip in esclusiva per Leonardo.it  assistiamo all’importante conversazione tra Conor e il padre (interpretato da Toby Kebell) in cui la coppia ricorda gli eventi che hanno portato alla separazione dei due genitori.