Sergio Sollima è morto a Roma all’età di 94 anni uno dei più famosi autori di sceneggiati per la televisione. Sergio Sollima è noto al grande pubblico per essere stato l’autore di Sandokan con Kabir Bedi che riscosse un enorme successo di pubblico diventando un vero e proprio cult.

Sollima comincia la sua carriera in teatro per poi approdare al cinema come assistente di regia, sceneggiatore e infine regista arrivando a lavorare con i più grandi nomi del cinema italiano. La passione per il cinema la trasmette al figlio Stefano anche lui regista.

Il regista Sergio Sollima è noto per i suoi film di spionaggio e per quel filone chiamato “spaghetti western” considerati “politici”, in quanto caratterizzati da tematiche sociali, con riferimenti non nascosti alle lotte terzomondiste. Inizialmente partì con delle opere noir ma negli anni settanta inizia a sceneggiare film e opere seriali per la televisione ispirate alla produzione letteraria di Emilio Salgari, sui sono infatti gli sceneggiati per la tv “Sandokan” e “Il corsaro nero”.

Lo sceneggiato Sandokan divenne un vero e proprio caso nazionale tanto che alcuni bambini di quegli anni sono stati chiamati come il protagonista della serie oltre a far entrare nel dizionario italiano il termine sandokan  come aggettivo con il significato di forte-robusto.

I figli che hanno dato l’annuncio della morte hanno comunicato anche che la camera ardente sarà alla Casa del cinema venerdì 3 Luglio dalle 10 alle 13.