Nonostante le riprese del sequel del celebre film di Martin ScorseseToro Scatenato” siano iniziate già da un mese, sembra che il progetto non sia destinato a concludersi.

La MGM – Metro Goldwyn Mayer, la casa di produzione che ha acquisito i diritti del film dalla Chartoff-Winkler Productions, ha sporto denuncia e chiede che le riprese vengano immediatamente interrotte.

Secondo la MGM, infatti, non sarebbe stata chiesta alcuna autorizzazione per la realizzazione di un nuovo capitolo sulla vita del pugile LaMotta, quando, invece, come recita il contratto che il pugile firmò nel 1976, questi non ha alcun tipo di diritti sui suoi materiali autobiografici e quindi, per poter utilizzarli, è necessario che sia la stessa casa a darne il permesso.

Inoltre, nel documento redatto dalla MGM e depositato in tribunale, la RB II, la casa che si sta occupando di produrre “Toro Scatenato 2”, avrebbe anche ignorato i numerosi tentativi che la MGM ha fatto per potersi mettere in comunicazione e trovare, eventualmente, un accordo.

Il processo si dovrebbe concludere in brevissimo tempo, si tratta di pochi giorni di attesa, e, nel caso in cui il tribunale dovesse dar ragione alla Metro Goldwyn Mayer, le riprese del sequel, diretto da Martin Guigui e interpretato da William Forsythe, potrebbero essere immediatamente sospese.