Uscirà settimana prossima al cinema (l’11 settembre per la precisione), ma al momento Senza nessuna pietà è ancora al Festival del cinema di Venezia dove è stato presentato nella sezione Orizzonti.

Protagonisti della sorprendente pellicola che segna l’esordio di Michele Alhaique sono il colosso Pierfrancesco Favino e la seducente Greta Scarano, nel ruolo di due personaggi disperati che per un gesto improvviso di follia si ritrovano insieme contro tutti (qui la nostra recensione).

Raggiunto dai nostri microfoni Favino ci ha raccontato il lavoro di preparazione fisico e alimentare per guadagnare quei 20 kg in più necessari a comprendere dall’interno l’anomalo Mimmo, il suo alter-ego nel film.

In effetti il picchiatore romano esibisce una pancia piuttosto importante, ma tonica, con un effetto di imponenza fisica che rende onore al sacrificio dell’attore. Questi tra l’altro, nonostante sia tornato velocemente al suo peso forma, ha confidato di essersi tenuto 3 dei kg guadagnati per il set, un po’ come se fossero dei souvenir dell’esperienza cinematografica.

Photo credit: BIM