Da venerdì 27 gennaio sarà nelle sale cinematografiche Il sentiero, film diretto dalla emergente regista bosniaca Jasmila Zbanic al suo secondo intensissimo film, dopo l’Orso d’Oro nel 2006 per Il Segreto di Esma.Luna (Zrinka Cvitesic) e Amar (Leon Lucev) sono una comune coppia di giovani bosniaci che, nonostante le difficoltà della vita quotidiana, cercano di restare insieme pensando anche a un figlio.

Il loro rapporto viene messo a dura prova quando ad Amar, perso il lavoro, viene offerto un nuovo posto in una comune wahhabita, movimento rigorista musulmano, costringendolo a vivere in un regime di pressoché completa reclusione.

Se in un primo tempo Luna sottovaluta la scelta del marito, ben presto prende coscienza dell’ambiente da cui è circondato, supplicandolo quindi di tornare a casa. Ma il sentiero che Amar ha cominciato a percorrere lo ha profondamente cambiato ed a quel punto Luna dovrà interrogarsi sui propri desideri e sulle proprie esigenze.

Uno stile asciutto, lontano dal politicamente corretto, a volte crudo nella sua verità. Lo spettatore viene toccato nel profondo e costretto a confrontarsi con un mondo, quello dell’integralismo religioso, che sembra essere così lontano dalla nostra cultura e per questo inverosimile.

Il sentiero è il cammino che percorriamo per un’intera vita, che si dirama in infinite strade traverse che scegliamo di volta in volta per uscire dalla via maestra e da noi stessi.