Il nuovo film del premio Oscar Susanne Bier, ”Second chance“, uscirà in tutte le sale italiane il 2 aprile 2015distribuito da Teodora. Per presentare il lungometraggio Nikolaj Coster-Waldau, noto in tutto il mondo per aver interpretato il ruolo di Jaime Lannister in “Game of Thrones”, è volato a Roma direttamente da Londra dove ha partecipato alla première della quinta stagione de Il Trono di Spade. Proprio nella capitale l’attore ha presentato “Second chance”, in cui interpreta il ruolo di un poliziotto e padre che si ritrova a gestire una situazione davvero drammatica. Andreas è un poliziotto che vive apparentemente una vita perfetta. Oltre ad amare profondamente il suo lavoro, l’uomo è felicemente sposato con Anna (Maria Bonnevie) dalla quale ha avuto da poco un bambino. Durante una perquisizione incontra Tristan, amico di un tempo e ora criminale allo sbando, incapace di prendersi cura della compagna e del figlio, anche lui di pochi mesi. Quando una tragica fatalità investe la vita di Andreas, i destini delle due famiglie si troveranno uniti in una sconvolgente catena di eventi.

Ecco il trailer del film.

Già famoso in tutto il mondo per essere il bello e dannato Jamie Lannister della saga di “Game of Thrones”, Nikolaj Coster-Waldau ha dichiarato: ”Se le mie fan andranno vedere la Bier sarei contento anche se Second Chance è molto diverso”. Così l’attore danese ha parlato della sua partecipazione a “Second Chance“, parlando della sua carriera come attore e dei diversi ruoli interpretati negli ultimi anni. “Come esseri umani portiamo dentro di noi il bene e il male. In vent’anni di carriera ho interpretato molti ruoli e credo che ciò che conta sia sempre ricercare l’umanità sia di un personaggio molto cattivo sia di uno molto buono, le sue motivazioni” ha affermato Coster-Waldau.

In merito alla regista di “Second Chance”, Nikolaj Coster-Waldau ha dichiarato alla stampa: “Sono fan di Susanne Bier da sempre e quando mi ha chiamato proponendomi questa sceneggiatura mi sono sentito eccitato e molto fortunato. Come esseri umani abbiamo una morale, un credo, un pensiero ma dobbiamo stare attenti nel giudicare gli altri perché a volte possiamo trovarci nella situazione di fare cose che non avremmo mai creduto di fare. Amo come Susanne ha impostato questo grande dilemma. Una delle scene più forti è sicuramente quella di apertura in cui vogliamo salvare a tutti i costi quel bambino”.