E’ stata una delle battute più chiacchierate della notte degli Oscar, ma Sean Penn non ha intenzione di scusarsi per le sue parole. Proprio durante la premiazione del Miglior Film, la cui statuetta è stata conferita ad Alejandro Gonzalez Inarritu per aver diretto “Birdman“, prima di annunciare il vincitore, Sean Penn si sarebbe permesso di esclamare “Chi ha dato la Green Card a questo figlio di p…?”, frase per la quale l’attore americano è stato preso di mira sui social network e dai media di tutto il mondo.

In occasione della presentazione a Beverly Hills del suo nuovo film, “The Gunman”, Sean Penn è tornato sulla sfortunata battuta, dicendosi amareggiato per il fatto che l’ironia delle sue parole non sia stata capita, sottolineando ancora una volta che “assolutamente, non devo chiedere scusa”.

Durante la cerimonia degli Oscar, è stato lo stesso Inarritu, che aveva già precedentemente diretto “l’amico Sean” nel film “21 Grammi”, a definire l’episodio “divertentissimo”, prima di aggiungere: “Faccio tante di quelle battutacce su di lui che non vi dico, ma solo così una vera amicizia può sopravvivere”. Sean Penn ha anche aggiunto che, secondo lui, “quando qualcuno vede la possibilità di inquadrare qualcosa nel modo che fa più comodo, quell’interpretazione diventerà un pensiero comune, senza che nessuno, invece, abbia mai realmente pensato a ciò che veramente significava”, sottolineando di aver voluto dire quelle precise parole per fare in modo che Inarritu fosse la prima persona in sala a sapere che il suo film avesse vinto l’Oscar, dicendosi orgoglioso del fatto che nel suo Paese “ci siano grandi registi come Alejandro”.